Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Crollo al Pincio, Ragozzino: "Incapacità della Giunta Capitolina"

"Se non si attua una politica di manutenzione costante, anche nei periodi festivi, diventano vani tutti i proclami"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Il crollo di stanotte del muro Valadier sui tornanti del Pincio, che fortunatamente non ha causato danni a persone e cose per via dell'ora dello smottamento, mostra ancora una volta l'incapacita' della giunta capitolina di fronteggiare le emergenze nella gestione dei beni archeologico culturali".

Lo afferma il responsabile cultura di Sel area metropolitana di Roma, Leonardo Ragozzino.

"Non si capisce perche' - continua - pur avendo rilevato in precedenza infiltrazioni e cedimenti, non sia stata attivata una procedura d'urgenza per il progetto dell'Ufficio citta' storica, dato che erano stati gia' completati a luglio i lavori di restauro per la parte relativa al Ninfeo". "E' chiaro - conclude - che l' usura del tempo mette costantemente a repentaglio la tenuta dell'inestimabile patrimonio di Roma, ma se non si attua una politica conseguenziale di manutenzione costante, anche nei periodi festivi, diventano vani tutti i proclami che fanno della cultura e del turismo una insostituibile opportunita' di sviluppo economico sostenibile e duraturo negli anni della crisi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo al Pincio, Ragozzino: "Incapacità della Giunta Capitolina"

RomaToday è in caricamento