Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Alemanno e Campi nomadi: le reazioni di maggioranza e opposizione

Se Santori dichiara soddisfazione per l'intervento del Sindaco sui campi nomadi, l'opposizione riprende Alemanno, responsabile di abdicare al suo ruolo delegando ad altri la decisione sulla localizzazione dei campi rom

E' Davide Ozzimo (Pd), vicepresidente della commissione servizi sociali del Comune di Roma, a rispondere ad Alemanno che questa mattina ha incontrato i presidenti dei municipi, affinché individuino, entro il 23 gennaio, le aree destinate a nuovi campi rom.

"Alemanno abdica al suo ruolo di sindaco chiedendo a tutti tranne che a se stesso e alla sua giunta di avanzare proposte sulla localizzazione delle aree dove collocare i campi nomadi", ha dichiarato Ozzimo.

"Sarebbe stato lecito aspettarsi", continua, "la determinazione mostrata dal sindaco Alemanno in campagna elettorale, dove tutto appariva semplice e di facile risoluzione per questa maggioranza".

Secondo Ozzimo, per decidere sulla questione, manca il censimento della Croce Rossa. Perchè solo conoscendo quei numeri "si può realmente programmare una soluzione equa che eviti la concentrazione territoriale e grandi insediamenti pressoché ingestibili e comprensibilmente inaccettabili dalla cittadinanza".

La maggioranza intanto esprime soddisfazione per la definizione dei campi da sgombrare. "Siamo ampiamente soddisfatti per la decisione di delocalizzare i campi di La Monachina, Casilino 900, Tor De Cenci, la Martora, Baiardo, Foro Italico", ha dichiarato Santori, Presidente della Commissione Sicurezza.

"Esprimiamo la nostra più viva soddisfazione per questa decisione destinata a restituire decoro e sicurezza ai residenti della zona, stanchi di doversi confrontare tutti i giorni con gli innumerevoli disagi che la presenza dei campi comporta, dai problemi legati all'igiene e al decoro, alla mancanza di sicurezza, fino all'intossicazione per i fumi tossici prodotti dalla combustione di pneumatici", afferma in una nota alla stampa Santori.

E a spiegazione della deroga al Prefetto (che decideranno insieme agli Enti locali) da parte del Sindaco dichiara: "Siamo grati al Sindaco Alemanno per aver recepito nella Consulta dei Municipi i suggerimenti e le indicazioni dei Presidenti, preziosi per poter individuare soluzioni alternative e per mettere in luce gli interventi di sgombero inderogabili".

Per il futuro annuncia: "Siamo certi che entro breve il Prefetto di Roma riterrà prioritario anche lo sgombero dei campi abusivi di Boccabelli (XII) e Schiavonetti (X). Un'attenzione particolare va riservata all'insediamento de la Barbuta (X)".


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alemanno e Campi nomadi: le reazioni di maggioranza e opposizione

RomaToday è in caricamento