menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Christian e Vasilika morti a 30 anni in un incidente, automobilista indagato per omicidio stradale

Per i due giovani fidanzati non c'è stato nulla da fare. Salgono a 114 le vittime della strada a Roma e provincia dall'inizio dell'anno

La loro vita si è spezzata a soli 30 anni in seguito ad un incidente stradale. Si chiamavano Christian Milo e Vasilina Kerxhalli i due giovani deceduti dopo che lo scooter sul quale si trovavano ha impattato frontalmente con un'auto in via dell'Acqua Vergine, strada che collega la zona di Colle Prenestino Torre Angela con l'area di SaloneNuova Ponte di Nona, nella periferia est della Capitale. 

Ad impattare contro lo scooter Piaggio sul quale viaggiavano i due fidanzati una Mercedes, condotta da un cittadino romeno di 34 anni. Fermatosi a prestare i primi soccorsi l'automobilista è stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti alcolemici e tossicologici di rito. L'uomo è indagato per "omicidio stradale", mentre sia l'auto che lo scooter sono stati sequestrati.

In particolare l'incidente stradale è avvenuto nel primo pomeriggo di domenica 13 ottobre all'altezza dell'intersezione fra via dell'Acqua Vergine e la via Prenestina. Qui lo scooter condotto da Christian Milo, dietro al quale viaggiava come passeggera la fidanzata, si è scontrato frontalmente con la Mercedes che marciava nella direzione di marcia opposta. 

Violento lo scontro fra lo scooter e l'auto che non ha lasciato scampo a Christian Milo, morto praticamente sul colpo. In condizioni disperate Vasilina Kerxhalli è stata trasportata d'urgenza al Policlinico Tor Vergata dove è poi morta a causa delle gravi ferite riportate. 

Da accertare la dinamica del sinistro, sulla quale hanno svolto i rilievi scientifici gli agenti del VI Gruppo Torri della Polizia Locale di Roma Capitale. Fra le ipotesi quella di un sorpasso azzardato.

Con la morte della coppia di fidanzati, entrambi residenti nella zona della Borghesiana, salgono a 114 le vittime della strada a Roma e provincia dall'inizio di questo 2019.

Poche ore prima della morte dei due ragazzi un altro giovane aveva perso la vita nella zona della Borghesiana, poco distante da via dell'Acqua Vergine. A morire dopo che la Smart che conduceva ha impattato con un palo dell'illuminazione sulla via Casilina Federico Tomei, ex giovane promessa del calcio laziale. Residente anche lui nel VI Municipio delle Torri, aveva appena 22 anni. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento