menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, mancano i vaccini antinfluenzali nelle farmacie di Roma: "In attesa di 25mila dosi"

Lo ha spiegato all'agenzia Dire il presidente di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti: "Lo scarico che attendevamo lunedì non c'è stato"

Le richieste di vaccino antinfluenzale nelle farmacie di Roma sono superiori alle dosi disponibili. Così, molte zone di Roma, sono rimaste senza. E' quanto spiega all'agenzia Dire il presidente di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti: "Lo scarico che attendevamo lunedì non c'è stato" ha spiegato. "La Regione ha fatto sapere che arriveranno altre 25mila dosi nei prossimi dieci giorni. Noi ce lo auguriamo, ma il condizionale è d'obbligo". Le dosi di vaccino sono quelle destinate alle farmacie per la vendita alla fascia di popolazione tra i 18 e i 59 anni, ma anche a quella tra i 6 e 17 anni dopo l'allargamento previsto dalla Regione Lazio. 

Anche le 25 mila dosi promesse, però, potrebbero non essere abbastanza. Un numero comunque inferiore alle richieste arrivate dai cittadini nelle farmacie della Capitale, da Montesacro ai Parioli, da San Lorenzo a Testaccio, dal Casilino all'Eur. "Purtroppo quelle dosi non bastano" ha aggiunto Cicconetti. "Ne servirebbero almeno il doppio, ma non c'è disponibilità". 

Questa settimana era atteso anche l'avvio della vendita nelle farmacie del test sierologico e del tampone rapido antigenico, così come stabilito da un accordo siglato tra la Regione Lazio e le associazioni di categoria dei farmacisti. 
"Le farmacie sono pronte, molte si sono già organizzate con spazi all'esterno" ha sottolineato Cicconetti "ma siamo ancora fermi perché stiamo aspettando che sia operativa l'infrastruttura informatica della Regione Lazio dove i farmacisti andranno a inserire di dati per il contact tracing".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento