rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità Esquilino / Via delle Sette Sale, 29

Colle Oppio, la mensa universitaria diventa "green": posate di metallo e prodotti bio

Si trova in via delle Sette Sale 29 e al momento ospita 200 persone al giorno, estendibili a 350 Covid permettendo

Niente più plastica, ma stoviglie di ceramica e posate di metallo. A tavola, poi, studentesse e studenti troveranno prodotti bio Igp, Dop e Stg. E' la nuova vita della mensa universitaria LazioDisco di Colle Oppio, in via delle Sette Sale 29 a due passi dal Colosseo e dalla facoltà di Ingegneria di San Pietro in Vincoli, di cui è a disposizione dal lunedì al venerdì. 

A inaugurarla, martedì 5 aprile, il presidente della Regione Nicola Zingaretti, l'assessore all'Università Paolo Orneli, la rettrice della Sapienza Antonella Polimeni e il presidente dell'ente regionale per il diritto allo studio Alessio Pontillo. Al momento la mensa può accogliere 200 persone, ma ultimati i lavori servirà circa 350 studenti ogni giorno, Covid permettendo. Per rinnovarla e renderla più green la Regione ha investito 150.000 euro. 

"Una nuova mensa nel centro di Roma per gli studenti universitari è un altro segnale degli investimenti per il diritto allo studio - ha detto Zingaretti - Ma soprattutto rafforza l'idea che lo studio deve essere a portata di tutti, perché nel Lazio stiamo andando verso il raddoppio degli investimenti nella ricerca: da 180 a quasi 500 milioni nella nuova programmazione europea". Per la rettrice della Sapienza, Antonella Polimeni, questa inaugurazione è "una bella giornata di rinascita. L'apertura di questa mensa ristrutturata è simbolica perché in questo luogo durante il lockdown, insieme a LazioDisco, abbiamo utilizzato questo come spazio per lo studio e tornerà ad esserlo".

L'assessore Orneli ha annunciato che la Regione ha costruito insieme alla consulta degli studenti un "progetto per realizzare nei 5 atenei pubblici del Lazio delle aule polivalenti. La prossima settimana porteremo in Giunta il protocollo di intesa per avviare la fase operativa. Gli atenei metteranno gli spazi che LazioDisco attrezzerà con 500.000 euro di risorse regionali. Questi spazi saranno gestiti da associazioni di studenti per promuovere iniziative culturali, politiche, per studiare: insomma, per valorizzare la partecipazione degli studenti. È un punto di svolta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colle Oppio, la mensa universitaria diventa "green": posate di metallo e prodotti bio

RomaToday è in caricamento