Ci siamo! Si avvicina la nascita delle tartarughe in spiaggia. Ecco come assistere

Lo spettacolo a Torvaianica. Le regole del comune

Foto fornite dal Comune di Pomezia

Un nido diventato attrazione turistica. Tanta è la curiosità per la schiusa delle uova della tartaruga caretta caretta. Depositate a giugno a Torvaianica, da allora il comune di Pomezia protegge l'area e le 90 uova come un vero e proprio monumento. Ed ora che la schiusa è vicina lo stesso comune invita a partecipare. 

Lo fa "somministrando" una serie di regole e invitando ad evitare assembramenti. Nel post su facebook si spiega che "è partito il presidio h24 al nido di Caretta caretta nei pressi dello stabilimento balneare Bora bora. Vi invitiamo a passare per domande, curiosità o informazioni".

"Potrete partecipare tutti all’eventuale schiusa prevista tra il 15 ed il 19 agosto", è l'invito del Comune. Queste le regole: "Seguire un percorso obbligatorio parallelo al nido, senza possibilità di sostare; indossare la mascherina; mantenere la distanza di sicurezza".

tarta-2
"La nidificazione della tartaruga nel Lazio è un segnale della risalita della specie lungo le coste settentrionali del Tirreno, quasi certamente dovuta al riscaldamento del mare”, spiegano da Tartamare di Grosseto, uno degli enti coinvolti che seguirà il nido nelle prossime settimane per garantirne l’inviolabilità, sotto la sovrintendenza scientifica dell'istituto Anthon Dohrn di Napoli.

"Le nostre dune sono state scelte da un esemplare di Caretta Caretta per deporre le uova – commentava l’Assessore Giovanni Mattias – Ce ne prenderemo cura con la speranza che possano schiudersi in agosto e prendere il largo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un evento straordinario per la nostra costa – aggiungeva il Sindaco Adriano Zuccalà – Voglio ringraziare Tartalazio, la rete della Regione Lazio che si occupa dello studio e il recupero delle tartarughe marine, per il coordinamento dell’intera operazione e tutti i volontari che seguiranno il nido in queste settimane".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento