Attualità

Nuovo decreto riaperture: dal coprifuoco alle palestre, ecco tutte le date. Cosa cambia

Matrimoni, ristoranti, centri commerciali, coprifuoco: ecco nel dettaglio tutte le riaperture

Un passo in avanti verso la riapertura completa. Un cronoprogramma che scandisce un ritorno alla normalità. A fissarlo è il decreto legge approvato lunedì sera in Consiglio dei ministri. Un provvedimento figlio dei dati positivi degli ultimi giorni, dell'andamento della campagna vaccinale e delle pressioni delle attività economiche. Un decreto che interviene su quanto adesso è ancora bloccato, fissando e modificando date per le riaperture e modalità.  

Matrimoni, ristoranti, centri commerciali, coprifuoco: ecco nel dettaglio tutte le riaperture

Il coprifuoco 

Dall'entrata in vigore del decreto (andrà in gazzetta ufficiale domani e sarà valido da domani 19 maggio) il coprifuoco passa dalle 22 alle 23. Dal 1 giugno verrà posticipato di un'altra ora: si potrà rientrare a casa entro la mezzanotte. L'abolizione è prevista a partire dal 21 giugno. 

I centri commerciali

Riaprono i centri commerciali nel week end. Accadrà già dal prossimo fine settimana. Previste riaperture anche per i mercati, le gallerie e i parchi commerciali. Riaprono anche gli impianti di risalita nelle località di montagna, che erano chiusi dall'estate scorsa.

Le palestre

Il buon andamento della curva dei contagi porta all'anticipo della riapertura delle palestre. In base al decreto del 22 aprile la riapertura era fissata al 1 giugno. Già dal 24 maggio invece le palestre potranno riaprire al pubblico

Bar e ristoranti

Il 1 giugno tocca a bar e ristoranti che non hanno spazi all'aperto: si potrà prendere il caffè al bancone del bar o pranzare e cenare fuori anche nei locali al chiuso, cosa quest'ultima, che non era prevista dal decreto in vigore. Possibile inoltre, tornate ad assistere ad una competizione sportiva all'aperto, con una capienza non superiore al 25% di quella consentita dall'impianto e comunque non superiore alle mille persone.

Matrimoni

Tornano le feste di matrimonio ma per partecipare servirà il green pass, vale a dire il certificato di avvenuta vaccinazione, di guarigione o un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Gli ultimi a riaprire

Gli ultimi a ripartire, in base alle scelte fatte, sono le piscine al chiuso, i centri termali, le sale giochi, bingo e casinò, i centri ricreativi e sociali, i corsi di formazione pubblici e privati. Sarà anche questa la data in cui si potrà tornare ad assistere ad una competizione sportiva al chiuso: la capienza sarà limitata al 25% del totale e comunque non potranno esserci più di 500 spettatori. Il 1 luglio è anche la data di ripartenza dei congressi ma si sta ragionando di anticiparla al 15 di giugno con il green pass.

Green pass

C'è la questione del Green pass, necessario per partecipare agli eventi privati che ripartiranno dal 15 giugno. "Per ora, ci è stato detto che sarà obbligatorio per tutti gli invitati- spiega all'agenzia di stampa Dire Marilena Zambelli, capo delegazione di Federmep (Federazione matrimoni ed eventi privati) dell'Emilia-Romagna racconta all'agenzia di stampa Dire Marilena Zambelli, capo delegazione di Federmep (Federazione matrimoni ed eventi privati) dell'Emilia-Romagna ma non c'è nessun organo che lo possa certificare. L'unica soluzione sarebbe accedere al fascicolo elettronico di ogni singolo ospite, cosa che ovviamente violerebbe la privacy e che non possiamo certo fare noi, che organizziamo feste. Intanto, palestre, piscine, parchi tematici e persino i concerti ripartono, tutte realtà in cui è impossibile sapere se chi partecipa e' contagioso. E a noi che, invece, potremmo persino tracciare gli invitati vengono imposte regole impossibili, ci tengono chiusi due settimane in piu' rispetto a questi competitors sleali". Competitors "che non si fanno scrupoli ad aggiungere un posto a tavola", conclude Zambelli, "fregandosene dei divieti. Questa riapertura sembra fatta apposta per non farci aprire più".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo decreto riaperture: dal coprifuoco alle palestre, ecco tutte le date. Cosa cambia

RomaToday è in caricamento