Lunedì, 15 Luglio 2024
Morena Anagnina / Via del Fosso di Gregna

La Barbuta, è ancora polemica: a fuoco gomme nel campo. Viabilità in tilt

E' successo alle 18 di ieri. Una densa nube di fumo nero ha reso difficile la viabilità nel tratto al confine tra Roma e Ciampino. Botta e risposta tra il sindaco di Ciampino Lupi e il vicensindaco Belviso

Ancora polemiche sul campo nomadi La Barbuta. Erano le 18 di ieri, venerdì 11 novembre, quando una densa nube di fumo nero ha avvolto il cielo compreso nel tratto al confine tra Roma e Ciampino. A causarla un rogo nel campo dove sono andati a fuoco numerosi pneuomatici. Notevoli i disagi alla viabilità, soprattutto quella sul Raccordo Anulare, fortemente rallentato per un paio d'ore fra le uscite Appia e Tuscolana.

CIAMPINO ATTACCA - "E' paradossale”, afferma il Sindaco di Ciampino, Simone Lupi, “che proprio in questo sito, tra pochi giorni, il campo rom abusivo verrà trasformato dal Sindaco di Roma Alemanno in un cosiddetto villaggio di solidarietà. È evidente che le belle parole spese nelle ultime settimane dalla Giunta Capitolina siano ancora una volta smentite dai fatti”.
 
"Purtroppo, - prosegue il Sindaco Lupi - nella diretta di ieri mattina 'Buongiorno Regione' del Tg3 Lazio sono stato triste profeta, quando affermavo che la presunta bonifica all’interno del campo non è stata effettuata, come è dimostrato dai copertuni di gomme che in questo momento stanno bruciando".

"Ancora una volta lo scenario all’ingresso della nostra Città è deprimente ai nostri concittadini di ritorno dalla giornata di lavoro - conclude il Sindaco di Ciampino - i quali sono costretti a respirare il fetore prodotto dall’incendio. Rinnovo nei confronti di tutte le istituzioni competenti il nostro invito a fare un passo indietro e a ripensare la decisione di stabilizzare o addirittura raddoppiare qualunque insediamento abitativo in un’area abusiva, insalubre, inquinata e priva di ogni requisito di sicurezza ed abitabilità".

IL CAMPIDOGLIO RISPONDE - La risposta del vicesindaco capitolino Sveva Belviso, che del piano Nomadi è la vera attuatrice, non si è fatta attendere: “Ancora una volta il sindaco di Ciampino non perde occasione per attaccare l’Amministrazione capitolina che da tre anni lavora per dare un nuovo volto alla gestione, per troppo tempo fallimentare, dei campi nomadi presenti sul territorio. Vorrei far notare a Lupi che episodi come l’incendio di gomme di questa sera sono dovuti proprio alla natura non regolare del campo e, dunque, alla sua mancanza di controllo. Una prova di ciò, consiste nel fatto che atti di questo tipo non accadono nei campi attrezzati, grazie anche al lavoro dei presidi di vigilanza impegnati nel monitoraggio di ciò che avviene al loro interno.  Mi auguro che prima o poi il sindaco di Ciampino capisca che l’attività dell’Amministrazione, impegnata a garantire legalità, sicurezza e decoro, nel caso del campo La Barbuta gioverà non solo al territorio capitolino, ma anche quello del Comune di Ciampino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Barbuta, è ancora polemica: a fuoco gomme nel campo. Viabilità in tilt
RomaToday è in caricamento