Venerdì, 25 Giugno 2021
Casal palocco Acilia / Via Ettore Colla

Rapina tabaccheria armato di pistola: arrestato dopo la fuga

E' stata un'operazione lampo, quella condotta nel pomeriggio di ieri gli agenti del Commissariato di Ostia, diretto dal dr. Antonio Franco. La rapina è avvenuta in via Ettore Colla, all'interno del centro commerciale di Casal Palocco

E’ stata un’operazione lampo, quella che ha condotto nel pomeriggio di ieri gli agenti del Commissariato di Ostia, diretto dal dr. Antonio Franco, all’arresto di due rapinatori che poco dopo le 12.20, avevano saccheggiato la tabaccheria di via Ettore Colla, all’interno del centro commerciale di Acilia. L.M. 23enne, simulandosi cliente, è entrato nel negozio mettendosi a giocare alle macchinette del videopoker e attendendo il momento migliore per passare all’azione. Così appena il 'palo' ha avvisato il complice che, con il volto comuffato da sciarpa e cappellino di lana, è entrato impugnando una pistola intimando alla titolare di consegnargli l’incasso.

I due sono poi usciti, confondendosi tra la folla di clienti del centro commerciale. In breve tempo sono giunti sul posto gli investigatori del Commissariato Lido, che si sono messi al lavoro, ascoltando alcune testimonianze ed esaminando le immagini delle telecamere a circuito chiuso. La Sala Operativa si è messa subita al lavoro diramando via radio le note di ricerca a tutte le Volanti della Polizia. E' stato però il dettaglio della mano sinistra usata dal malvivente per impugnare l’arma che ha indotto gli agenti a restringere il campo dei sospettati.

Poco dopo, un giovane  è stato fermato ed identificato: C. G. 29enne. In una tasca dei pantaloni sono stati trovati 150.00 euro in banconote di piccolo taglio, pari all’incasso rapinato, dei quali il giovane non ha saputo dare spiegazioni plausibili. Altro particolare che ha indotto gli investigatori ha ritenere di essere davanti alla persona giusta, è stato il fatto che il giovane utilizzava per tutte le sue azioni la mano sinistra. Accompagnato in Ufficio, dopo essere caduto in diverse contraddizioni, incalzati dagli agenti, il 29enne ha ammesso le proprie responsabilità. Il complice, è stato rintracciato dagli  agenti all’interno della propria abitazione, nella zona di Acilia ed accompagnato in Commissariato. L’arma usata per la rapina, una replica Beretta mod. 84 priva del tappo rosso, la sciarpa e il cappello usati per il travisamento sono stati recuperati dagli agenti in un campo nei pressi del negozio. C.G. e L.M. entrambi romani incensurati, sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina tabaccheria armato di pistola: arrestato dopo la fuga

RomaToday è in caricamento