Venerdì, 12 Luglio 2024
Garbatella Garbatella / Via delle Sette Chiese

Garbatella, il progetto Smart City salta? "E' colpa dell'opposizione"

L'Associazione Risorgi Roma ha rinunciato ai locali che il Municipio voleva assegnargli per il progetto Smart City. Critiche dall'opposizione, replica Pace: "Ci hanno costretto a rimandare un'iniziativa che avrebbe portato benefici a costo zero"

Il progetto Smart City che il Municipio VIII stava cullando, resta fermo al palo. Per ora il proposito di realizzarlo, assegnando dei locali in via delle Sette Chiese ad una realtà vicina al M5s, è saltato. Con rammarico da parte della Giunta Pace che puntava molto sull’associazione, dal momento che “si era si era resa disponibile a collaborare gratuitamente con il nostro Municipio per realizzare il progetto pilota dalla Smart City”. 

UNA COLLABORAZIONE GRATUITA - Il contributo di Risorgi Roma, la cui pagina facebook appare densa d’iniziative e post del M5s, è stato sintetizzato dal Presidente Pace. “Avrebbe coinvolto nel gruppo di lavoro, sempre a titolo gratuito, professionisti e ricercatori universitari esperti in materia, che avrebbero potuto fornire alla cittadinanza informazioni, aggiornamenti e recepire le loro istanze”. Ma non se ne farà più niente perché “Visto  il pretestuoso e sterile risalto mediatico sollevato dall’opposizione alla bontà del progetto, il Presidente dell’Associazione Risorgi Roma, stupito ed amareggiato, ha di fatto comunicato al Municipio di rinunciare a dar seguito alla proposta di collaborazione”.

UN'ASSEGNAZIONE STIGMATIZZATA - A puntare il dito contro la scelta della Giunta Pace, era stato l’ex Presidente del Municipio Andrea Catarci. “Ancora un tentativo di imbrogliare – aveva annunciato l’attuale capogruppo di Sinistra Italiana in un post pubblicato su facebook – Il M5s locale, con la sua integerrima e illuminata Giunta che ha già dato a più riprese pessima prova di sè, dà mandato al Direttore di affidare i locali pubblici del Municipio Roma VIII, situati in Via delle Sette Chiese, all'Associazione 'Risorgi Roma', che è nata da poco più di un anno ma che ha il grande merito di essere guidata da un esponente locale del M5s. E i bandi, il merito, la competenza, la trasparenza e tutte le altre cavolate? E l'onestà e la legalità? E le pulci che lo stesso M5s sta provando a fare alle esperienze eccellenti del Polo di Protezione Civile e di Casetta Rossa? – obietta Catarci, che conclude sottolineando come – Gli interessi privati e di partito vengono sistematicamente anteposti al Bene Comune, nella sublimazione dell'ipocrisia. Vergogna”.

TUTTO DA RIFARE - L’attacco non è piaciuto all’attuale Presidente. “ Grazie ad una opposizione capace solamente di fare politica in modo orbo e ormai antiquato – ha concluso Paolo Pace – ci hanno costretti a ritardare, per il momento, un' iniziativa che avrebbe portato solamente benefici alla nostra città ed ai nostri cittadini”. Niente Smart City quindi. Almeno per ora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garbatella, il progetto Smart City salta? "E' colpa dell'opposizione"
RomaToday è in caricamento