rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Garbatella Borghesiana / Via Longobardi

La storia de La Casa dei bimbi, dove l'inerzia del Commissario Raggi tiene 'prigionieri' in aula i piccoli

Alla Casa dei Bimbi chiesto "intervento risolutivo"

"Se un albero cade e nessuno lo sente, fa comunque rumore?". La domanda posta dal filosofo Geroge Berkeley è tornata di estrema attualità alla Garbatella. Le famiglie della scuola materna la Casa dei bimbi, sono pronti a rispondere di sì. Con una lettera aperta indirizzata alla sindaca Raggi, hanno rappresentato le condizioni in cui si trova il prezioso parco che circonda la scuola. Lo hanno fatto a partire dal cedimento di una grossa quercia che, la scorsa settimana, si è abbattuta nell'area verde. Un epilogo ampiamente previsto. Un destino che potrebbe non limitarsi solo a quell'albero.

Parco interdetto nel luglio del 2016

"Tutto ha avuto inizio nel luglio del 2016 quando è caduto un ramo di pino e il parco storico vincolato che circonda la scuola è stato  interdetto perchè pericoloso – hanno spiegato i genitori - Un esame specifico  ha dichiarato ammalorati ed a rischio estremo di cedimento 23 alberi tra lecci e pini, giudicati da abbattere. Da allora si sono susseguite una serie infinita di sopralluoghi, valutazioni, perizie, passagi burocratici". Di fatto la situazione non si è sbloccata "e per sette mesi i piccoli sono stati in classe tutti i giorni per otto ore al giorno senza poter uscire all'aria aperta".

Riaperta una porzione del giardino

La vicenda descritta dai genitori della Casa dei Bimbi, ha successivamente conosciuto un'evoluzione. Nell'aprile del 2017 " Dopo innumerevoli solleciti e grazie all'intervento dell'ufficio tecnico del Municipio VIII il giardino è tornato parzialmente fruibile". Da allora, raccontano sempre i genitori  "i bambini possono uscire in  una spazio sicuro ben delimitato, ma non possono accedere nè all'area attrezzata con giochi in legno, nè all'ampio parco di cui è dotata la scuola". Il poderoso leccio caduto nei giorni scorsi, si trova proprio all'interno dello spazio inaccessibile ai bambini.

Garbatella: l'albero caduto nella scuola "Casa dei bimbi"

L'attacco alla Raggi

La situazione in cui versa la storica scuola della Garbatella è improvvisamente entrata nell'agenda politica. Da una parte all'altra degli schieramenti, il dito è stato puntato contro la gestione commissariale della sindaca. Per Davide Bordoni e Simone Foglio, rispettivamente coordinatore e vicecoordinatore romano di Forza Italia "Raggi  non si è mai degnata di venire se non per qualche passerella politica". Come hanno ricostruito i due dirigenti di Forza Italia, attualmente candidati alla Camera "questo parco veniva utilizzato dai 200 bambini della scuola che, oramai, non possono più usufruirne e sono letteralmente sequestrati all'interno dell'edificio. Inutile dire che sono stati fatti innumerevoli sopralluoghi ma dopo 18 mesi la situazione è ferma".

La logica del nastro

La vicenda è stata segnalata anche a sinistra. Il candidato alla presidenza del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri, riferendosi all'area verde  interdetta ai bimbi, ha parlato di " interventi che continuano a sottostatre alla logica del nastro: intanto sequestriamo, poi qualcuno ci pensarà". Il tutto avviene "mentre non tanto distante da là, a via Villa di Lucina, si abbattono, nel dubbio, tutti gli alberi per risparmiare su un controllo accurato e una selezione delle piante malate e di quelle sane".

Le priorità nella gestione delle alberature

Gli interventi sugli alberi in atto nel limitrofo quartiere di San Paolo, non sono passati inosservati. Dalla Garbatella, i genitori che hanno scritto la lettera aperta invocano ora "una soluzione definitiva". In altre parole si chiede alla Raggi di "stanziare immediatamente i fondi e di definire le competenze per procedere ad abbattimenti e ripiantumazioni". E dal momento che "lo sta facendo sulle strade di tutta Roma"  ma anche in molte vie del Municipio VIII "non possiamo credede che non sia ugualmente urgente e necessario intervenire anche in questo caso, tanto più che parliamo di una scuola".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia de La Casa dei bimbi, dove l'inerzia del Commissario Raggi tiene 'prigionieri' in aula i piccoli

RomaToday è in caricamento