Civitavecchia

Tribunale, Vitali (Pdl) a Tidei: "Verifichi quello che scrive"

Il capogruppo del Pdl Dimitri Vitali interviene sul possibile intervento del Governo sul tribunale di Civitavecchia e replica alla lettera di Tidei a Renata Polverini

Dimitri Vitali capogruppo del Pdl cittadino, interviene in merito alla questione del Tribunale di Civitavecchia, soprattutto dopo la lettera dell'onorevole Pietro Tidei alla governatrice del Lazio Renata Polverini."Era il 28 settembre 2011 - afferma Vitali - quando lanciai per primo l’allarme su una possibile azione del governo che avrebbe penalizzato il tribunale di Civitavecchia.
Personalmente, e a nome del Pdl, diedi subito pieno sostegno sia agli avvocati che a tutto il personale che opera presso il palazzo di giustizia cittadino,
promettendo un impegno concreto ai livelli governativi per evitare questa sciagurata ipotesi.

Tra l’altro questo intervento, seguito da quello del Sindaco Moscherini che incontrò insieme a me all’aula Calamatta gli operatori giudiziari, riprendeva quel grido d’allarme che era stato lanciato precedentemente dal presidente dell’ordine degli avvocati Antonio Carlevaro.

Successivamente, il 5 ottobre 2011, lo stesso Pietro Tidei mi apostrofava come colui che aveva “sbagliato tema, tempi e modi”, aggiungendo la chiusura del
tribunale non sarebbe mai potuta avvenire e che io stavo soltanto lanciando inutili allarmi nel mondo giudiziario. Oggi, 22 febbraio 2012, noto con stupore e meraviglia che Tidei ha cambiato idea, ergendosi a salvatore della patria contro la chiusura del tribunale, chissà con quale scopo e quale obiettivo.

Pertanto, consiglio vivamente a Tidei di verificare bene quello che scrive la prossima volta, giusto per non commettere strafalcioni come questi a pochi mesi
di distanza da quei suoi stessi articoli che in realtà affermavano il contrario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale, Vitali (Pdl) a Tidei: "Verifichi quello che scrive"

RomaToday è in caricamento