Mercoledì, 28 Luglio 2021
Trastevere Trastevere / Via dei Fienaroli, 28

Bibli a rischio sfratto: venerdì la raccolta firme per salvarla

Per 16 anni è stata un punto di riferimento culturale della capitale. Oggi Bibli rischia di chiudere i battenti per un inaspettato aumento dei prezzi di affitto

Vero e proprio salottino culturale, questa libreria indipendente ha riunito per più di un decennio artisti, scrittori ed intellettuali del panorama culturale romano e non solo. 

LO SFRATTO - I gestori dello storica sede di via Fienaroli, non potendo sostenere un inaspettato aumento del prezzo d'affitto del locale, hanno ricevuto un’ordinanza di sfratto, operativa dal 30 Giugno 2011 e relativa alla loro sede di Trastevere.
 
IL BANDO COMUNALE – La protesta dei gestori è rivolta soprattutto all’amministrazione comunale. E' quanto si evince dalle dichiarazioni rilasciate all’ANSA da parte di uno dei gestori, Leonardo Giuliani. Sarebbe stato chiesto infatti al Comune di Roma l’assegnazione di un locale alternativo, dove proseguire il loro percorso culturale. Lo stesso Giuliani afferma: "Esistono a Roma diversi stabili inutilizzati, sequestrati alla mafia e ancora in attesa di assegnazione da parte del Campidoglio."
 
L’APPELLO ALLA COMUNITA’ – La situazione ha inevitabilmente scatenato una protesta da parte degli amanti di Bibli. La loro delusione ha dato vita a due iniziative:. una pagina su Facebook contro la chiusura, che ha raggiunto già 400 adesioni e una raccolta firme, organizzata dallo stesso Giuliani e i suoi colleghi: "Coinvolgeremo i tanti scrittori e intellettuali che sono passati di qui in questi anni e l'intero quartiere nella mobilitazione contro la chiusura” . L’appuntamento è per Venerdì 10 Giugno 2010 nei locali della stessa Bibli, per rendere possibile il proseguo delle attività culturali fatte di incontri, dibattiti, presentazione di libri e concerti che Bibli ha svolto in questi anni.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bibli a rischio sfratto: venerdì la raccolta firme per salvarla

RomaToday è in caricamento