CentroToday

Sospesa seduta di commissione Municipio I, Cioffari: "Qualunquismo a 5 stelle"

"No alla manipolazione delle immagini. si alla partecipazione e alla trasparenza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Municipio I. Sospesa seduta di Commissione. Cioffari: "Qualunquismo a 5 Stelle. No alla manipolazione delle immagini. Si alla partecipazione e alla trasparenza". La Commissione Bilancio / Personale / Affari Generali del Municipio I Roma Centro, convocata in data odierna presso la sede di Via della Greca, è stata sospesa a causa delle riprese non autorizzate effettuate dal Consigliere del Movimento 5 Stelle. All'ordine del giorno dei lavori, tra i vari atti, l'analisi e l'espressione di parere della mozione sull'organico dei dietisti impiegati nelle scuole del territorio del I Municipio e l'analisi e l'espressione di parere della mozione del Movimento 5 Stelle che proponeva la rinuncia dell'auto di servizio riservata alla Presidente del Municipio. A darne notizia Mauro Cioffari, Presidente della Commissione.

"Il Consigliere del Movimento 5 Stelle Azzara", dichiara Mauro Cioffari (Presidente Commissione Bilancio del Municipio Roma I Centro), "invitato in Commissione per illustrare l'atto di cui era firmatario, prima dell'apertura dei lavori di Commissione, senza chiederne preventiva autorizzazione, ha iniziato a riprendere con il proprio computer i lavori della seduta".

"Al rifiuto da parte del Consigliere Cinque Stelle di interrompere le riprese non autorizzate", racconta Cioffari, "la Commissione è stata sospesa".

"Garantire la partecipazione dei cittadini ai lavori del Consiglio e delle Commissioni, assieme alla capacità di assicurare l'assoluta trasparenza negli atti politici e amministrativi del Municipio", continua Cioffari, "è una delle nostre priorità".

"Sono favorevole alle riprese dei lavori delle Commissioni e del Consiglio che abbiamo sostenuto ed approvato con la Risoluzione n. 3 del 7 novembre 2013. Tale Risoluzione", continua Cioffari, "nata dalla volontà unanime di favorire la partecipazione e di garantire la trasparenza, tuttavia, stabilisce che le riprese per lo streaming devono essere effettuate con le strumentazioni fornite dal dipartimento risorse tecnologiche e devono essere disponibi sul sito istituzionale".

"La regolamentazione delle riprese e l'archiviazione delle immagini", aggiunge Cioffari, " non può essere parziale, non può essere effettuata con mezzi propri e deve salvaguardare il principio di privacy di ciascun partecipante alle sedute, prevedendo le forme di tutela da manipolazione delle immagini stesse".

"La Commissione consiliare", aggiunge Cioffari, "nel bocciare l'atto presentato dal Consigliere del Movimento 5 Stelle ha condannato l'assenza del proponente durante l'esame dell'atto e durante la votazione dello stesso. Non è la prima volta che i Consiglieri del Movimento 5 Stelle presentano atti e poi non partecipano ai lavori del Consiglio o delle Commissioni. Ciò denota l'atteggiamento irresponsabile e fazioso di chi non è avvezzo al confronto".

"Nel prendere l'impegno a sollecitare il dipartimento alla fornitura delle strumentazioni idonee allo streaming", conclude Cioffari, "stigmatizziamo le strumentalizzazioni politiche e la manipolazione delle immagini del Movimento a 5 Stelle ed invitiamo i consiglieri pentastellati a partecipare più attivamente ai lavori delle Commissioni e del Consiglio contribuendo, dall'opposizione, a governare responsabilmente le criticità del Municipio".

Torna su
RomaToday è in caricamento