Grottaferrata calcio a 5, il presidente Masi: “Il progetto continua"

"Più solido che mai”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Grottaferrata (Rm) – Il blocco degli allenamenti non ha “fiaccato” l’entusiasmo in casa Grottaferrata calcio a 5. Il club del presidente Manuel Masi è pronto a ripartire: il comitato regionale ha fissato la ripresa degli allenamenti collettivi per il 15 gennaio, poi la prima metà di febbraio ci saranno i recuperi di campionato (e la squadra criptense deve giocate tutte e tre le partite che erano inizialmente programmate a ottobre) e successivamente si potrà riprendere l’attività regolare. “Il progetto della nostra società continua, più solido che mai – dice Masi – L’emergenza Covid non ha spento la nostra voglia di raggiungere gli ambiziosi obiettivi prefissati, a cominciare dall’immediata promozione in serie C1. Per questo motivo, ben capendo le esigenze dei nostri giocatori, tecnici e dirigenti tesserati, la società ha tenuto fede agli accordi presi anche in questo periodo di stop degli allenamenti. Devo ringraziare tutto il gruppo squadra e dirigenziale per la passione e la professionalità con cui ha proseguito gli allenamenti in forma individuale, dimostrando di credere fortemente nel progetto del club”. Masi dice la sua sulla prosecuzione del campionato: “Per garantire la regolarità del campionato è fondamentale che si disputino prima i recuperi. Una volta “allineata” la situazione di tutti i club, si potrà ripartire con le gare in calendario. Disputare solo il girone d’andata vorrebbe dire “accorciare” un po’ troppo i tempi e falsare il significato tecnico del campionato, ma qualsiasi sarà la formula decisa sono convinto che la squadra si farà trovare pronta”. Il Grottaferrata calcio a 5 giocherà le proprie gare interne al “Green House” di Santa Maria delle Mole: “Evidentemente non c’erano spazi disponibili per ospitarci nelle strutture del territorio, nonostante le promesse verbali che ci erano state fatte: questo dispiace anche perché il nostro club cerca di onorare al meglio il nome della città di Grottaferrata. In questo momento, comunque, siamo concentrati sulla conquista della promozione: una volta in C1 riesamineremo il problema”.

Torna su
RomaToday è in caricamento