menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palestrina, ospedale Bernardini: attivati nuovi 8 posti letto per la terapia intensiva e sub intensiva Covid

È stata inaugurata lunedì mattina presso l’ospedale Coniugi Bernardini la nuova area adibita per il trattamento dei pazienti critici affetti da Covid-19

Ospedale di Palestrina, apre una nuova area di terapia intensiva e sub-intensiva Covid per un totale di 8 posti letto.

E’ stata inaugurata lunedì presso l’Ospedale Coniugi Bernardini la nuova area adibita per il trattamento dei pazienti critici affetti da Covid-19. Nello specifico si tratta di 4 posti letto di terapia intensiva e 4 di sub-intensiva dotati di monitor e centrali di remotizzazione dei segnali.

Un potenziamento strutturale che garantirà una maggiore capacità di intervento nel fronteggiare l’emergenza e che rimarrà comunque a disposizione dell’ospedale una volta che l'emergenza Covid-19 sarà terminata.

“Una struttura nuova, modulare e dotata di tutte le ultime tecnologie e che sarà utile in questa fase come argine per contrastare il Covid in un ospedale importante nella rete. Abbiamo messo in campo un sforzo considerevole che rimarrà come patrimonio per tutto il sistema sanitario regionale anche nelle fasi successive”, commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Acquisite presso l’ospedale anche nuove strumentazione di diagnostica per immagini, è stata infatti installata la nuova TAC mobile. Il nuovo strumento garantirà la continuità del servizio e l’erogazione delle prestazioni radiologiche ai pazienti assistiti, fino al termine dei lavori e all’attivazione di una nuova TAC, gemella di quella appena inaugurata presso l’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli.

Prosegue senza sosta il lavoro di potenziamento e rinnovamento dei servizi della ASL Roma 5.- dice Giulio Santonocito, direttore generale della Asl Roma 5 - Grazie a questo ulteriore intervento il PO di Palestrina rafforza la sua risposta anche nella gestione delle criticità”.

L’istituzione di nuove aree dedicate all’emergenza sanitaria e l’incremento di nuove strumentazioni, permetteranno alla struttura di mettere a disposizioni dei pazienti un servizio sempre più performante e mirato al miglioramento delle tecniche di diagnostica e cura. A questo proposito in una nota Rodolfo Lena, Presidente della Commissione Affari Istituzionali e componente della Commissione Sanità della Regione Lazio afferma:“Voglio ringraziare il Direttore generale della Asl Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, tutto il personale sanitario in prima linea e i tecnici che hanno permesso il raggiungimento di questo nuovo importante risultato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento