Politica

Tossicodipendenza, D'Annibale: "Su affidamento dei servizi sociali c'è bisogno di chiarezza"

Tonino D'Annibale, vicepresidente della commissione Politiche sociali alla Regione Lazio annuncia la sua presenza all'assemblea delle organizzazioni contro la tossicodipendenza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Domani mattina alle 10.30 sarò al cinema Palazzo, a San Lorenzo, per partecipare all’assemblea pubblica in difesa delle organizzazioni del terzo settore impegnate da anni a combattere il fenomeno della tossicodipendenza sul territorio". Lo afferma il consigliere regionale Tonino D'Annibale vicepresidente della commissione Politiche sociali. "L'agenzia capitolina per le Tossicodipendenze ha reso pubblico l'esito dei bandi per l'affidamento dei servizi sociali contro le tossicodipendenze con affidamenti ad hoc quantomeno sospetti. Sono state tagliate fuori cooperative che gestivano servizi da oltre 20 anni e, inspiegabilmente, sono state premiate nuove associazioni nate dal nulla che hanno ottenuto cospicui finanziamenti".

"C'è bisogno di fare chiarezza. Su tutto questo presenterò una dettagliata interrogazione. Non vorremmo che un settore così delicato, fosse dato in appalto e in esclusiva agli amici degli amici. Pochi giorni fa ho raccolto il grido di aiuto delle comunità di recupero per tossicodipendenti del Lazio che subiscono il ritardo dei pagamenti da parte della Regione Lazio dal 2010. Sono a rischio posti di lavoro e centri strategici nell’azione di contrasto alle tossicodipendenze. Le Giunte di centrodestra Alemanno-Polverini - conclude D'Annibale - hanno pianificato e stanno attuando un disastro sociale. Così facendo gettano al vento anni di lotta alle droghe”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tossicodipendenza, D'Annibale: "Su affidamento dei servizi sociali c'è bisogno di chiarezza"

RomaToday è in caricamento