Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Premio Roma: cresce lo spessore internazionale

L'evento si è svolto ieri in Campidoglio alla presenza dell'assessore Davide Bordoni

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Premio Roma cresce lo spessore internazionale e la promozione di Roma diventando un evento unico in Italia".

Nel corso della presentazione delle cinquine previsto oggi in Campidoglio, per l'anno 2012 del Premio Roma, il concorso letterario promosso dall'Associazione "Ostia Cultura", il Presidente del Premio Roma Aldo Milesi e il Presidente della Giuria Sergio Campailla, hanno annunciato i premi alla Cultura destinati come da regolamento a personalità internazionali distintisi per l'attività culturale nel mondo.

L'evento si è svolto ieri 6 giugno alle ore 17.00 in Campidoglio alla presenza dell'Assessore alle Attività Produttive e Litorale Davide Bordoni e dell'On. Piero Cucunato Presidente della Commissione Riforme Istituzionali alla Presenza del Presidente del Consiglio Regionale e vedrà la partecipazione di personalità del mondo culturale, imprenditoriale e istituzionale.

Durante la presentazione del Premio sono state rese note le cinquine finaliste che la giuria prestigiosa ha scelto nelle tre sezioni del concorso letterario; Narrativa Straniera, Narrativa Italiana e Saggistica, che da regolamento e stato riservato ad autori di opere pubblicate in lingua italiana.

Circa duecento i libri ammessi al concorso che saranno valutati dalla giuria presieduta da Sergio Campailla e composta da: Giulio Andreotti, Oliviero Beha, Corrado Calabrò, Vincenzo Cappelletti, Guido Fabiani, Augusto Frasca, Mariapia Garavaglia, Giuseppe Marchetti Tricamo, Gianni Maritati, Mauro Mazza, Aldo Milesi, Luciano Onder, Claudio Petruccioli, Alain Elkann, Francesco Sicilia.
"Il premio Roma - ha affermato l'On. Cucunato - ogni anno si arricchisce di esperienze uniche e conferma la sua natura internazionale. Molti sono gli elementi infatti, dal valore delle opere che partecipano, al lavoro della Giuria, ai gemellaggi promossi ogni anno, che concorrono a rendere questo evento uno dei simboli della nostra città e della cultura italiana nel mondo.

C'è inoltre un altro aspetto, in questi anni il Premio Roma ha curato l'identità e la promozione del territorio, attivando un gemellaggio simbolico costruito di volta in volta e in piena sintonia con il Ministero degli Affari Esteri, con città, nazioni ed approdi etnici nei quali il dibattito culturale scandisce da tempi incommensurabili la vita della società umana.
Nell'anno olimpico il Premio Roma non poteva non rappresentare Roma e la sua cultura di città di sport, gemellando l'evento con Londra città olimpica, che ha ospitato il Premio Roma e una delegazione durante il mese di maggio confermando la vicinanza e l'amicizia tra Roma e Londra non solo nel panorama sportivo, ma soprattutto culturale che da sempre è un canale promozionale dell'immagine dell'Italia nel mondo.

Mi complimento con il Prof. Aldo Milesi Presidente del Premio - conclude On. Cucunato - perché e riuscito in questi anni a dare al premio un albo d'oro di assoluto prestigio e la sua importanza crescente è testimoniata dall'imponente partecipazione delle maggiori Case Editrici, dall'attenzione con cui la stampa e la televisione hanno seguito tutte le edizioni e non per ultimo la straordinaria presenza di pubblico qualificato."

"Il Premio Speciale per la promozione del Teatro Italiano nel Mondo" verrà assegnato al Maestro Giorgio Albertazzi.

La giornata conclusiva dell'evento sarà il 13 luglio con la cerimonia di premiazione dei vincitori in uno scenario unico come il Teatro Romano di Ostia Antica.

Nel corso della presentazione delle cinquine previsto oggi in Campidoglio, per l'anno 2012 del Premio Roma, il concorso letterario promosso dall'Associazione "Ostia Cultura", il Presidente del Premio Roma Aldo Milesi e il Presidente della Giuria Sergio Campailla, hanno annunciato i premi alla Cultura destinati come da regolamento a personalità internazionali distintisi per l'attività culturale nel mondo.

L'evento si è svolto oggi 6 giugno alle ore 17.00 in Campidoglio alla presenza dell'Assessore alle Attività Produttive e Litorale Davide Bordoni e dell'On. Piero Cucunato Presidente della Commissione Riforme Istituzionali alla Presenza del Presidente del Consiglio Regionale e vedrà la partecipazione di personalità del mondo culturale, imprenditoriale e istituzionale.

Durante la presentazione del Premio sono state rese note le cinquine finaliste che la giuria prestigiosa ha scelto nelle tre sezioni del concorso letterario; Narrativa Straniera, Narrativa Italiana e Saggistica, che da regolamento e stato riservato ad autori di opere pubblicate in lingua italiana.

Circa duecento i libri ammessi al concorso che saranno valutati dalla giuria presieduta da Sergio Campailla e composta da: Giulio Andreotti, Oliviero Beha, Corrado Calabrò, Vincenzo Cappelletti, Guido Fabiani, Augusto Frasca, Mariapia Garavaglia, Giuseppe Marchetti Tricamo, Gianni Maritati, Mauro Mazza, Aldo Milesi, Luciano Onder, Claudio Petruccioli, Alain Elkann, Francesco Sicilia.
"Il premio Roma - ha affermato l'On. Cucunato - ogni anno si arricchisce di esperienze uniche e conferma la sua natura internazionale. Molti sono gli elementi infatti, dal valore delle opere che partecipano, al lavoro della Giuria, ai gemellaggi promossi ogni anno, che concorrono a rendere questo evento uno dei simboli della nostra città e della cultura italiana nel mondo.

C'è inoltre un altro aspetto, in questi anni il Premio Roma ha curato l'identità e la promozione del territorio, attivando un gemellaggio simbolico costruito di volta in volta e in piena sintonia con il Ministero degli Affari Esteri, con città, nazioni ed approdi etnici nei quali il dibattito culturale scandisce da tempi incommensurabili la vita della società umana.
Nell'anno olimpico il Premio Roma non poteva non rappresentare Roma e la sua cultura di città di sport, gemellando l'evento con Londra città olimpica, che ha ospitato il Premio Roma e una delegazione durante il mese di maggio confermando la vicinanza e l'amicizia tra Roma e Londra non solo nel panorama sportivo, ma soprattutto culturale che da sempre è un canale promozionale dell'immagine dell'Italia nel mondo.

Mi complimento con il Prof. Aldo Milesi Presidente del Premio - conclude On. Cucunato - perché e riuscito in questi anni a dare al premio un albo d'oro di assoluto prestigio e la sua importanza crescente è testimoniata dall'imponente partecipazione delle maggiori Case Editrici, dall'attenzione con cui la stampa e la televisione hanno seguito tutte le edizioni e non per ultimo la straordinaria presenza di pubblico qualificato."

"Il Premio Speciale per la promozione del Teatro Italiano nel Mondo" verrà assegnato al Maestro Giorgio Albertazzi.

La giornata conclusiva dell'evento sarà il 13 luglio con la cerimonia di premiazione dei vincitori in uno scenario unico come il Teatro Romano di Ostia Antica.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Roma: cresce lo spessore internazionale

RomaToday è in caricamento