rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Centro Storico / Via del Corso

Moonswatch, mega fila in via del Corso. E c'è chi paga gli stranieri 50 euro per tenere il posto

Centinaia di persone in fila per decine di ore per comprare l'ultimo pezzo della Swatch

Pagati 50 euro per comprare, per altri, un orologio. C’è chi si è messo in fila dalla sera precedente. Altri sono arrivati alle prime luci dell’alba attrezzati di sedie, coperte e roba da mangiare. Tutti in attesa delle 20 quando sarà possibile acquistare, solo nello store di via del Corso a Roma, il Moonswatch con Moonshine Gold. Centinaia e centinaia di persone in trepidante attesa come non accadeva dai tempi dei concerti dei Take That si sono ritrovate fuori il negozio della nota marca di orologi che, per aumentare le vendite, ha deciso di proporre al pubblico un nuovo pezzo della fortunata collezione dedicata ai pianeti e satelliti del nostro sistema solare.

pagati_50_euro_fila_moonswatch_4

Polizia

Sembra incredibile ma uomini della Polizia di stato e Polizia Locale di Roma si sono dovuti “aggregare” alle persone in fila per controllare che tutto si svolgesse senza incidenti. Il rischio di litigi, infatti, è alto, specialmente se si pensa che ci sono persone sveglie da ore e che hanno passato una notte al freddo pur di essere sicure di accaparrarsi un orologio.

Pagati per stare in fila

In fila ci sono persone di tutti i tipi. Un gruppo di signori peruviani è arrivato “alle cinque del mattino ma c’è gente che sta qui da ieri”. Difficile non notare molti asiatici che, però, ci confessano di essere lì per altri. “Sono qui dalle sei del mattino – racconta a RomaToday un ragazzo di circa 30 anni del Bangladesh – però l’orologio non è per me ma per una persona”. Costo del servizio? “45 – 50 euro. Ma ce ne sono altri in fila per lo stesso motivo” aggiunge. Anche altri, infatti, confermano la storia del ragazzo, con "compensi" che variano dai 40 ai 50 euro. Senza troppi giri di parole, è facile capire come molte persone in attesa dell’orologio abbiano difficoltà economiche e che, obiettivamente, sia impensabile per loro acquistare un oggetto da collezione. Qualcuno, voglioso di mettere le mani sul Moonswatch, ha preferito pagare altri piuttosto che sottoporsi ad una massacrante attesa di quasi 24 ore. 

in fila per moonwatch-3

Perché la fila

L’orologio, che ha la particolarità di avere una lancetta dorata (cosa che non avevano altri pezzi della stessa collezione), è stato prodotto in pochi esemplari. Ecco il motivo delle lunghe code e della spasmodica attesa. Fuori lo store di via del Corso, infatti, si possono notare quasi quotidianamente persone in fila anche diverse ore prima dell’apertura. Gli orologi delle varie collezioni, specialmente quelli più ambiti, arrivano spesso col contagocce e se si vuole comprare il pezzo desiderato occorre bruciare gli altri sul tempo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moonswatch, mega fila in via del Corso. E c'è chi paga gli stranieri 50 euro per tenere il posto

RomaToday è in caricamento