Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Migranti, critica i decreti Minniti-Orlando. Attivista denunciato per vilipendio

"Quello che è davvero preoccupante, è che una cosa del genere può capitare a tutti e tutte. Ed è un fatto molto grave", dice Gianluca Dicandia, attivista e giurista di "Resistenza meticcia", commentando l'ordine di comparizione recapitato a casa sua .

La denuncia per "violenza e resistenza a pubblico ufficiale" sembra sia arrivata non solo a lui, ma ad altri attivisti che, insieme a lui, manifestavano lo scorso 20 giugno al Pantheon in occasione del flash mob organizzato da Amnesty International per la giornata mondiale del rifugiato.

Un flash mob che, come raccontato anche da Roma Today, si è svolse in maniera del tutto regolare e pacifica. Lo stesso intervento di Dicandia non apparse particolarmente grave, visto che si trattò di una critica giuridica ai decreti Minniti- Orlando in tema di migrazione. Eppure, alla fine di tutto, Gianluca Dicandia fu chiamato dagli agenti presenti in piazza per essere identificato: "Da li - racconta il giovane attivista incontrato ieri, giovedì 13 luglio, in occasione della manifestazione in Campidoglio "Nessuno è illegale" - hanno chiesto a Riccardo Noury, portavoce di Amnesty, di dissociarsi dalle mie parole, cosa incomprensibile. Ora la denuncia e l'ordine di comparizione per 'vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle forze armate'. Questo solo per aver espresso un'opinione".

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Migranti, critica i decreti Minniti-Orlando. Attivista denunciato per vilipendio

RomaToday è in caricamento