San GiovanniToday

Furio Camillo: raccolte le firme per la sistemazione dei marciapiedi dissestati

Il Movimento Catilinario ha allestito un banchetto di raccolta firme, per tornare a chiedere la sistemazione dei marciapiedi di Furio Camillo. Fiacco (M.C.) "Sappiamo che molte persone, inciampando, sono cadute ed hanno già presentato denuncia"

I marcipiedi di viale Furio Camillo, versano sempre nelle medesime condizioni. Nonostante le segnalazioni dei cittadini, il problema del mattonato dissestato resta. Ed è fonte di preoccupazione. Motivo per cui alcuni attivisti del Movimento Catilinario, hanno pensato di allestire un banchetto per le firme.

IL PROBLEMA - "Le mattonelle sconnesse, sono ormai da tempo un grave disagio per i residenti del quartiere Appio Latino, con gravi ripercussioni per pedoni e soprattutto portatori di handicap.  Diverse sono state anche le richieste di intervento nel tempo, cui il Comune sembra non aver voluto dare riscontro – ricorda Roberto Fiacco, del Movimento Catilinario – per questo a fine agosto avevamo un'istanza alla presidente del VII Municipio Susana Ana Maria Fantino, affinché si potessero adottare misure atte a risolvere questo annoso problema".

LE RESPONSABILITA' - La replica ottenuta dal Municipio, non ha però soddisfatto il Movimento Catilinario. Il Minisindaco aveva spiegato che  "la problematica esposta,  da tempo è stata segnalata al Dipartimento Mobilità e Trasporti - U.O. Parcheggi privati". E tuttavia l'area " consegnata al Dipartimento Mobilità e Trasporti e alla società assegnataria della concessione per la realizzazione dei parcheggi interrati,  non è stata più ripresa in carico dal Municipio poiché l'intervento non ha completato l'iter di collaudo". Una spiegazione che però non è stata giudicata positivamente. "

LA RACCOLTA FIRME - Una risposta del tutto inaccettabile, come ha sottolineato Roberto Fiacco presidente del Movimento: "Questa risposta non è secondo noi esaustiva – osserva Roberto Fiacco, che poi annuncia di voler intraprendere  "iniziative al riguardo". Il banchetto allestito in viale Furio Camillo, è stato il primo intervento. "Oggi abbiamo raccolto un centinaio di firme -ci spiega al telefono – e non è male come risultato, visto che stava anche piovendo. Il problema c'è, e sappiamo che molti sono i cittadini che inciampando si sono fatti male, ed hanno sporto denuncia". Si tratta di capire di chi sia la competenza, altrimenti si continua a bussare alla porta sbagliata. E nel frattempo i marciapiedi restano dissestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento