Caterina Gramaglia protagonista di The white room

Sarà in scena al Teatro Tordinona dal 6 all'11 maggio 2014 lo spettacolo THE WHITE ROOM, scritto, diretto ed interpretato da Caterina Gramaglia. Lo spettacolo si è aggiudicato il Premio Special off - Roma Fringe Festival 2013, si è inoltre classificato al secondo posto per il Premio Produzione e Miglior Spettacolo - Roma Fringe Festival 2013 e sarà presente al prestigioso New York Fringe Festival 2014 come rappresentante del Teatro Off italiano. Lo spettacolo acclamatissimo dal pubblico ad ogni sua messa in scena ha preso parte a due edizioni del Festival visionario "Linea 35", mentre nel 2013 è stato in scena al Festival di Teatro e Circo di Lunarte a Casanova di Carinola.

The white room affronta in maniera del tutto insolita ed inaspettata temi quali la solitudine e la follia, il tutto legato da un filo rosso che è quello dell'impermanenza. Lo spettacolo infatti si evolve continuamente, cresce e si modifica con la sua stessa autrice ed interprete Caterina Gramaglia, dunque è soggetto è a ciò che si può chiamare impermanente, in continua mutazione.

Il cambiamento dipende anche dal luogo, si adatta si trasforma e prende quello che sono i sapori dei posti dove viene fatto. Il progetto/spettacolo The white room segue un processo artistico, non esiste solo nel momento della performance ma esiste prima durante e dopo: vive prima grazie alle fotografie e ai video che Caterina Gramaglia realizza costantemente, durante perché prende forma nel momento in cui è in scena e dopo perché continua nell'evoluzione.

Una stanza bianca, chiusa in tutti i suoi lati, il soffitto rimane scoperto, il telo davanti come fosse un sipario è trasparente. Una donna seduta all'interno della stanza accende una luce led dentro una gabbietta, inizia un canto incomprensibile. La donna si mette una parrucca, continua il canto, accende alcune luci ai lati della stanza prende un ombrellino e… tanti sono i personaggi che prendono vita tra le mani di Caterina Gramaglia: una cantante lirica, la giapponese Suzuky, Bambulè un personaggio con delle bambole e dei led in testa, Nora Duselli un'attrice vecchio stampo, Gelsomina e molto altro ancora. Uno spettacolo unico, insolito, innovativo e sorprendente.

"Una stanza bianca, una scatola bianca, la scatola bianca della mia mente, dove albergano personaggi - racconta Caterina Gramaglia - Il tema dello spettacolo è la follia, la follia come creatività, come suono, come immagine. La mia traduzione del mondo, la percezione del mondo nella mia solitudine. In questa solitudine sono come accompagnata da questi personaggi che mi parlano che mi fanno compagnia. In questo contenitore ci sono oltre ai personaggi video, tra il demenziale e la poesia che si versa alla fine nel mondo della strada felliniana."

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Alberto Sordi, mostra nella sua villa a 100 anni dalla nascita

    • dal 16 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Villa di Alberto Sordi
  • "Balloon Museum", il primo museo del palloncino in un'ex deposito Atac a Roma

    • dal 11 febbraio al 14 marzo 2021
    • ex Deposito Atac, Pratibus District
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento