Eleonora del Grosso e PS3 in concerto presso il teatro Cantiere

Emme Record Label presenta Eleonora del Grosso e PS3 in concerto domenica 8 aprile presso il teatro il Cantiere. I due artisti del catalogo Emme Record Label presenteranno i rispettivi dischi Kristallos e Clinamen in un doppio concerto interamente dedicato alla musica jazz e alle nuove uscite.
KRISTALLOS: Un viaggio verso gli stili musicali del ‘900 con un’attenzione particolare allo swing afroamericano, al minimalismo, alla musica classica ed in particolar modo ad un jazz dal sapore mediterraneo che apre la strada ai diversi linguaggi della musica. Questi gli ingredienti stilistici di Kristallos, primo disco che porta la firma di Eleonora Del Grosso, pianista, cantante e compositrice trevigiana di formazione classica e jazz, autrice di quasi tutti i brani contenuti in questo suo primo lavoro da studio.
E’ un jazz contaminato quello presentato da Eleonora del Grosso, che proprio come il mar Mediterraneo diventa il luogo di fusione tra etnie differenti, tradizioni musicali opposte, all’apparenza “incompatibili” tra loro ma perfettamente comunicanti. Oltre a possedere queste caratteristiche, però, in Kristallos viene lasciato molto spazio all’improvvisazione, con la scelta, volontaria, di utilizzare, proprio all’interno di questi“spazi improvvisativi”, aspetti melodici appartenenti storicamente alla musica classica.
CLINAMEN: Un progetto moderno, dinamico, che fonde la tradizione con il linguaggio del jazz contemporaneo dando spazio all’improvvisazione e all’estro dei singoli. Queste le caratteristiche di Clinamen primo lavoro solista del sassofonista partenopeo Pietro Santangelo uscito il 17 novembre per l’etichetta Emme Record Label. Il disco si presenta come una commistione di stili che muove i passi da sonorità nordamericane, passando per composizioni minimali e riflessive di marcata provenienza mediterranea. Clinamen incarna consapevolmente la scelta di rappresentare un lato intimo e meditativo che non può trovare spazio in formazioni più complesse quali gli Slivovitz, di cui Santangelo è membro fondatore e fecondo compositore.

Da qui la scelta dei musicisti che hanno partecipato alla realizzazione del disco, ovvero Vincenzo Lamagna al Contrabasso e Salvatore Rainone alla batteria, che grazie ad una collaborazione solida e duratura esaltano le doti solistiche e compositive di Santangelo, evidenziate dall’assenza di alcuna texture armonica. Attivo dal vivo da 5 anni, il trio spazia tra composizioni originali di Santangelo e brani di estrazione jazzistica, sempre nel solco della musica etnica sia afroamericana che mediterranea ed esteuropea. Nel repertorio sono evidenti echi di compositori come John Zorn, John Coltrane, Yusef Lateef, Charles Lloyd. L’adorazione totale per Frank Zappa rende il percorso sonoro del trio marcatamente eclettico.

Inizio concerto ore 19:30
Ingresso a sottoiscrizione
Via Gustavo Modena, 92

Sul palco
Eleonora del Grosso - piano solo

Ps3
PIetro Santangelo, sassofono
Vincenzo Lamagna, contrabbasso
Salvatore Rainone, batteria

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Achille Lauro doppio concerto a Roma

    • dal 30 al 31 ottobre 2020
    • Palazzo dello Sport
  • Tommaso Paradiso annuncia il nuovo tour: prima tappa Roma

    • 21 ottobre 2020
    • Palazzo dello Sport
  • Voglia di ... Blu Box, musica live in sicurezza

    • dal 18 settembre al 31 ottobre 2020
    • Associazione Minimo Comune Multiplo

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • "Dinosauri in carne e ossa" nell'Oasi WWF di Fregene

    • dal 22 marzo 2019 al 16 novembre 2020
    • Oasi WWF Macchiagrande
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RomaToday è in caricamento