Chiude Sbanco, la pizzeria romana pluripremiata. Il proprietario: "Non riesco più a vedere un futuro"

La pizzeria di Marco Pucciotti e Stefano Callegari annuncia la chiusura sui social. Sbanco riaprirà in tempi migliori

Anche le pizzerie pluripremiate della Capitale sentono il peso del Coronavirus e degli ultimi Dpcm. Chiude Sbanco, la pizzeria di Marco Pucciotti e Stefano Callegari che quest'anno aveva fatto incetta di premi. 

Tre spicchi nella Guida Pizzerie d'Italia 2021, 14esimo posto nella Top 50 pizza 2020, oltre all'infinita lista di recensioni positive sui social, sui siti di settore e al tutto pieno registrato spesso dalla pizzeria di via Siria, zona Appio Latino.

Chiude Sbanco

"Chiudo Sbanco", ha esordito l'imprenditore Marco Pucciotti qualche giorno fa, prima dell'uscita del Dpcm del 25 ottobre, sul suo profilo Facebook, prevedendo la nuova ondata di chiusure in arrivo in tutta Italia.

"Chiudo - ha proseguito Pucciotti - perché in questa settimana di quarantena ci hanno lasciati soli, senza una guida e senza essere mai stati contattati da nessuno, soli a gestire la cosa con il solo buonsenso, senso civico e responsabilità. Chiudo perchè non possiamo sostenere ogni settimana un decreto legge che limita il nostro lavoro, i nostri ragazzi e i nostri clienti. Chiudo perchè questo governo non mi appartiene e rappresenta più, e dopo 8 mesi non è più accettabile che a pagarne le spese siano ancora una volta i nostri dipendenti e noi imprenditori. Chiudo perchè tanto la prossima settimana vista la gestione della pandemia saremo di nuovo in lockdown, quindi evito di buttare nuovamente decine di migliaia di euro di merci. Chiudo perche non ho più la forza di gestire da solo l’incompetenza altrui, sopratutto in assenza di aiuti concreti. Chiudo perchè io oggi non riesco più a vedere un futuro per Sbanco, per i miei ragazzi e per questo paese. Chiudo in attesa di tempi migliori, se mai arriveranno".

Una chiusura non definitiva quella di Sbanco, ma che attende tempi migliori per riaprire. "Di fatto stiamo solo anticipando le imminenti nuove restrizioni e coprifuoco", scrivevano i proprietari della pizzeria romana sui social, con sguardo lungimirante a quello che sarebbe accaduto circa 24 ore dopo. "Speriamo che, quando tutto questo sarà passato, torneremo a fare ciò che più ci rende felici - continua la squadra di Sbanco - servire voi e proporvi le migliori leccornie che i nostri cuochi e pizzaioli sapranno sfornare! Certi che voi ci sarete sempre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento