rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023

VIDEO | Dalle strade di Roma alla galleria, la prima mostra dello street artist Harry Greb

Esposte le sue opere simbolo tra cui quelle che ritraggono Gigi Proietti, Papa Francesco, Josè Mourinho, Ennio Morricone e George Floyd

Dal Papa Francesco “Kill Bill” a José Mourinho in sella a una vespa special one. Poi i protagonisti della politica italiana, con uno sguardo sempre attento alle tematiche sociali. Il tutto con un linguaggio irriverente ed originale. “In your face” è la prima esposizione personale di Harry Greb, noto e apprezzato street artist romano, che dall’8 dicembre al 15 gennaio 2022 mette in mostra 30 tra le sue opere più importanti realizzate sui muri della Capitale. Ad ospitare l’esposizione, la galleria Exclusive Urban Art in via della Reginella, nel cuore della città eterna. “Per me una grande sfida vedere i miei lavori in un ambiente giusto come una galleria - spiega l’artista -, ma come faccio in strada, voglio vedere anche qui la reazione delle persone”.

Opere originali eseguite a mano su background diversi, come tela, alluminio e legno, che raccontano alcuni degli avvenimenti che hanno segnato la storia italiana più recente, secondo il punto di vista originale, diretto e irriverente dell'artista. 

Harry Greb il 3 gennaio del 2020 dipinge a poche centinaia di metri dalla Basilica di San Pietro Kill Pope, il Papa in versione Kill Bill, per sdrammatizzare l’episodio degli “schiaffetti” sulle mani della fedele. Il 21 aprile 2020, in occasione del Natale di Roma, in pieno lockdown, Harry Greb ha regalato alla Capitale un ritratto di Anna Magnani come simbolo di resistenza. L’attrice in mascherina guarda una Trastevere ormai deserta con gli occhi di chi lotta contro le avversità. Qualche settimana più tardi all’entrata dell’Ospedale Lazzaro Spallanzani compare L’Abbraccio un’opera per ringraziare il personale sanitario impegnato in prima linea contro la pandemia da Covid-19. Un’immagine simbolica ispirata al film “Qualcuno volò sul nido del cuculo” dedicata anche a tutte le vittime del Covid-19 e ai loro cari a cui non sono riusciti a dare un ultimo abbraccio. 

Harry Greb con le sue opere si batte anche per il riconoscimento dei diritti umani e civili, e a una settimana dal brutale omicidio di George Floyd eseguito dalla polizia a Minneapolis, lo ritrae a Via degli Stati Uniti d’America a Roma. Nella strada dove giocava da bambino è ritratto Ennio Morricone con in mano l’Oscar e una giacca composta dalle locandine dei film più famosi a cui ha contribuito con la sua musica. Al Tufello, davanti alla casa dove era cresciuto e amava ricordare, lo Street artist ha dipinto un omaggio a Gigi. Sorridente e in azione in uno dei suoi spettacoli, Proietti è così ricordato per sempre sui muri della sua città. Tra le opere che hanno destato più clamore, anche per il suo fedelissimo fan club, vi è Lo Specialone, un José Mourinho in sella a una vespa special con tanto di sciarpa e stemma della Roma. “Ho chiamato così l’opera per creare un gioco di parole Special One è infatti l’appellativo dell’allenatore della AS Roma nel mondo del calcio” dichiara lo street artist.

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Dalle strade di Roma alla galleria, la prima mostra dello street artist Harry Greb

RomaToday è in caricamento