Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Alla scoperta della Cervelletta, la riserva naturale da cui è nata la popolazione dei quartieri di Roma est

Per il secondo anno consecutivo la Cervelletta e il suo parco naturale si è classificato al primo posto dei Luoghi del Cuore del Fai. Siamo andati alla sua scoperta

 

Più di 600 ettari di riserva naturale. Dove lo storico casale la fa da padrone. Un borgo rurale esistente che racconta la storia di intere generazioni di contadini che, nel corso dell’ultimo secolo, sono andati ad abitare nelle borgate limitrofe, da Colli Aniene a Tiburtino III.

Siamo al Parco della Cervelletta, un patrimonio culturale e naturale per il quale i cittadini di zona combattono da 30 anni. E che ora viene tanto apprezzato da venire eletto primo “Luogo del Cuore Fai” del Lazio per il secondo anno consecutivo: “Ulteriore conferma che l’amore verso questo luogo e la sua storia sia davvero molto forte”, dice Elio Romano del coordinamento Uniti per la Cervelletta.

“C’è anche un legame con la città antica e lo si può trovare nei basoli romani di cui questa riserva è piena - spiega Mimmo Pietrangeli, ex professore da sempre in prima linea nella difesa della riserva naturale, tanto che il suo soprannome è proprio ‘Cervelletta’ -. Dentro il casale, oggi oggetto di intervento per la sua messa in sicurezza, avevamo allestito un museo con una biblioteca destinata soprattutto alle scuole. Spero si possa riaprire presto”.

Tutto intorno una fitta vegetazione, un ambiente ricco d’acqua, piante e fauna che lo rende davvero un posto magico. Tanto che, malgrado ci si ritrovi tra la consolare via Tiburtina e via Collatina, sembra di essere lontano chilometri dalla città di Roma.

Un bene prezioso che va salvaguardato e valorizzato. Scelto tre anni fa dal Piccolo Cinema America di Valerio Carocci per allestire durante l’estate un’arena cinematografica all’aperto: “Questi ragazzi hanno senza dubbio acceso un fare su questo posto - conclude Romano -, ha fatto conoscere la sua storia e la sua importanza. ma anche perché è così importante lavorare affinché questo bene comune torni alla cittadinanza ancora più bello”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento