Martedì, 28 Settembre 2021
Elezioni Comunali Roma 2021

Elezioni Roma, Virginia Raggi: "Nessun impresentabile nella lista del Movimento Cinque Stelle"

Certificati dalla commissione antimafia i nomi della lista pentastellata, la sindaca: "Per la Capitale candidati preparati, qualificati e soprattutto onesti"

Nessun "impresentabile" secondo la Commissione Parlamentare Antimafia nella lista del Movimento Cinque Stelle per le elezioni di Roma Capitale. A comunicarlo in un post su Facebook è la sindaca uscente e candidata sindaca Virginia Raggi: "Come è già accaduto per le scorse elezioni, abbiamo chiesto una verifica preventiva delle liste sui candidati del Movimento 5 Stelle alla Direzione Nazionale Antimafia. Per me è un grande motivo d’orgoglio. Fino ad ora, infatti, siamo stati gli unici a farlo a Roma. Per noi legalità e trasparenza sono valori fondamentali che continuano a guidarci", scrive l'inquilina di palazzo Senatorio. 

Continua la Raggi: "In questi anni, ho combattuto contro qualsiasi forma d'illegalità, mettendo fine alle ruberie del passato, riportando i conti in ordine ed evitando nuovi debiti per i cittadini. Ho combattuto contro i clan criminali come i Casamonica o gli Spada: oggi vivo sotto scorta per questo. Non ho paura perché so che è una battaglia che portiamo avanti insieme a tutti i cittadini onesti. È fondamentale che la Capitale abbia candidati preparati, qualificati e soprattutto onesti". E conclude: "La legalità è e sarà sempre la nostra stella polare". Segue nel post la lista dei candidati nella lista Movimento Cinque Stelle, che arriva all'indomani della presentazione dei nomi che correranno nella lista civica per Virginia Raggi. A capeggiare la battaglia pentastellata il capogruppo uscente in Campidoglio, Giuliano Pacetti. 

L'attuale normativa che regge l'operare della Commissione Parlamentare Antimafia recita che l'organismo presieduto da Nicola Morra ha la funzione di "indagare sul rapporto tra mafia e politica, sia riguardo alla sua articolazione nel territorio, negli organi amministrativi, con particolare riferimento alla selezione dei gruppi dirigenti e delle candidature per le assemblee elettive, sia riguardo a quelle sue manifestazioni che, nei diversi momenti storici, hanno determinato delitti e stragi di carattere politico-mafioso". Per questo l'organismo riceve dai partiti che si candidano nelle diverse assemblee elettive le cosiddette "liste preliminari di candidati" per effettuare il controllo sugli stessi. Si ricordano le polemiche emerse nel 2016, quando la presidente della Commissione Rosy Bindi definì "impresentabili" diversi candidati che correvano a sostegno di Vincenzo de Luca in Campania. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Roma, Virginia Raggi: "Nessun impresentabile nella lista del Movimento Cinque Stelle"

RomaToday è in caricamento