Elezioni Comunali Roma 2021

Il nuovo Consiglio comunale di Roma se vince Michetti e se vince Gualtieri

I due scenari in caso di vittoria del candidato di centrodestra e nel caso di vittoria del candidato di centrosinistra

Quali saranno i 48 consiglieri che faranno compagnia al prossimo candidato sindaco in Aula Giulio Cesare? Dipende dal risultato del ballottaggio previsto per domenica 17 e lunedì 18 ottobre.

La futura composizione dell'Aula

Anzi, è proprio in funzione di chi indosserà la fascia tricolore in Campidoglio, che prenderà forma il consiglio comunale. Un motivo in più per seguire con attenzione gli esiti del ballottaggio oltre che lo spoglio dei dati. Al momento infatti non sono ancora definitivi, poiché sulle 2.603 sezioni ne sono pervenute 2.597. Alcuni candidati, quelli più votati, sanno che entreranno sicuramente. E’ il caso ad esempio di Rachele Mussolini che, in questa tornata elettorale, sembra aver ottenuto lo scettro di “miss preferenza”.

SE VINCE MICHETTI - In caso di vittoria del centrodestra di Enrico Michetti al secondo turno, la maggioranza (29 più il sindaco) sarà formata da 17 consiglieri di FdI, 6 della Lega, 3 di Forza Italia, 2 della Lista Michetti e 1 di Rinascimento. Dei 19 seggi dell'opposizione, 7 andrebbero alla Lista Calenda, 7 al centrosinistra (6 al Pd e 1 alla Lista Gualtieri) e 5 alle liste a sostegno di Virginia Raggi (4 M5S e 1 Lista Raggi). 

SE VINCE GUALTIERI - Se a trionfare dovesse invece essere Roberto Gualtieri, la maggioranza sarebbe guidata da un plotone di 18 consiglieri del Pd, insieme a 5 della Lista civica, 2 di Sinistra Civica Ecologista, 2 di Roma Futura, 1 di Demos e 1 di Europa Verde. In minoranza il centrodestra con 9 seggi (6 Fdi, 2 Lega e 1 Forza Italia), la Lista Calenda con 5 più Calenda e le liste della sindaca uscente con 4 (3 M5S e 1 alla civica). In entrambi i casi, sarà necessario attendere i dati definitivi per confermare l'attribuzione dei seggi, in particolare per quanto riguarda l'assegnazione ai candidati sindaci non eletti.

Il calcolo in vista del ballottaggio

I diversi scenari che si andrebbero a configurare, potrebbero avere delle conseguenze proprio sugli “endorsment” in vista del ballottaggio. Qualche candidato potrebbe essere tentato di spingere il proprio partito a sostenere la causa di Michetti o, viceversa, di Gualtieri. Ad esempio la lista Calenda, in caso di elezione del primo, eleggerebbe 7 consiglieri, mentre sarebbero sei nel caso di vittoria di Gualtieri. Ed anche al M5s converrebbe la vittoria del centrodestra, che consentirebbe la nomina di 5 “portavoce” (4 del M5s ed uno della lista Raggi) invece die 4 che otterrebbero con la nomina di Gualtieri come sindaco.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo Consiglio comunale di Roma se vince Michetti e se vince Gualtieri

RomaToday è in caricamento