Elezioni Comunali 2013

Elezioni 2013: il programma del candidato sindaco Alfonso Marra

In attesa delle Elezioni Comunali 2013, i programmi dei candidati. Alfonso Luigi Marra corre con PAS (Partito di Azione per lo Sviluppo)

In attesa delle Elezioni Comunali 2013 del 26-27 maggio, i programmi dei candidati sindaci di Roma. Alfonso Luigi Marra corre con PAS (Partito di Azione per lo Sviluppo). Il proposta di Marra si pone volutamente in controtendenza rispetto ai programmi stesi dai suoi avversari. Prima di promettere qualsiasi cosa ai Romani, bisogna riformare la giustizia e tornare a far circolare rapidamente il denaro.

BILANCIO – Il programma  prende atto dello stato in cui versano la Capitale e i suoi cittadini e propone di accelerare il percorso della Giustizia al fine di abolire tasse inique che gravano sui Romani (eliminazione dell’anatocismo, delle commissioni di massimo scoperto, dell’accredito tardivo dei versamenti e del divario tra tassi attivi e passivi). Attraverso il denaro recuperato sarà possibile:  istituire sussidi pari alle retribuzioni per i disoccupati; abbassare l’età pensionabile; aumentare le pensioni; avviare una riconversione industriale a partire da un’enorme opera di disinquinamento e risanamento di Roma. Propone inoltre l’istituzione di una sola imposta (la Generale), variabile dall’1% al 20% su tutto (una sorta di IVA però secca, senza bilancio tra dare e avere).

MOBILITA' – Marra propone l'istituzione di una rete di pulmini di proprietà privata ma sotto il controllo pubblico che, alcuni su circuiti fissi, altri su circuiti liberi, altri per il trasporto di merci e oggetti, garantissero il trasporto a prezzo politico, occupando anche una decina di migliaia di persone senza neppure danneggiare i tassisti, perché sostituirebbero solo le auto private.

CRIMINALITA' - Quanto alla sicurezza in città, Marra sostiene farà il possibile per migliorarla, ma sostiene sarà sempre incerta a Roma e ovunque finché le Istituzioni saranno incarnazione del signoraggio, ‘elite’ di quella criminalità di cui vorrebbero combattere i soli stadi popolari.

PRIMA LA GIUSTIZIA, POI LE PROMESSE: Marra non fa tutte le proposte condivise invece dai programmi della maggior parte degli altri candidati (AMAN, ATAC, AMA e ACEA, cura del ferro’ (tram, treni e metro), scuole e università, abolizione di clientelismo e cemento, cultura, sport, differenziata, riciclo, parcheggi, orti e agro, abbassare IMU, IRAP e IRPEF, turismo, città metropolitana ecc. ecc.). Garantisce, però, che comunicherà con i vertici istituzionali per riformare, velocizzare e depurare la giustizia. Fatto questo, anche il resto sarà possibile.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2013: il programma del candidato sindaco Alfonso Marra
RomaToday è in caricamento