Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Spiagge in città: ecco gli "stabilimenti urbani", sdraio e ombrelloni in cinque parchi di Roma

La presentazione con la sindaca Raggi al parco della biblioteca Elsa Morante del quartiere Laurentino

Fino al 27 settembre, dalle 9 alle 19, in cinque parchi della città ci saranno gli “stabilimenti urbani”, le nuove aree attrezzate volute da Roma Capitale per i romani che rimarranno in città. I cinque stabilimenti, la cui gestione e organizzazione è affidata a Zètema, sono aperti al pubblico nel parco di Aguzzano (IV municipio, ingresso da via Gina Mazza), parco delle Canapiglie (VI municipio, ingresso da via delle Canapiglie), parco della Biblioteca Laurentina (IX municipio, ingresso da via Guido da Verona), parco Pino Lecce (XI municipio ingresso da via di Generosa) e villa Doria Pamphilj (XII municipio, ingresso da via Leone XIII).

Ogni area sarà attrezzata con sdraio, ombrelloni, sistemi di nebulizzazione per rinfrescare, punti di ristoro con vendita di alimenti e bevande, servizi igienici. Ma, oltre ai comfort per passare una piacevole giornata tra sole e relax, sono dotati di aree gioco e fitness, coperte da gazebo, dedicate al gioco di bambini e ragazzi e di attività motorie, affidate da Zètema ad enti e associazioni del territorio attraverso avvisi concorrenziali. La capienza varia da 70 posti disponibili nello stabilimento della Biblioteca Laurentina, ai 100 nei parchi di Aguzzano, Canapiglie e Pino Lecce, fino ai 160 posti nell’area attrezzata a villa Pamphilj, per un totale di 530 sdraio e 265 ombrelloni.

“In programma ci sono molte attività di animazione per bambini e ragazzi sulla salvaguardia della natura e dell’ambiente e attività sportive individuali incentrate sul benessere psicofisico dell’individuo, con lezioni giornaliere di discipline come yoga, pilates e ginnastica dolce”, spiega l’amministratore unico di Zetèma, Remo Tagliacozzo”. “Dopo Tiberis abbiamo pensato di offrire ai romani che non partiranno l’opportunità di stare all’era aperta - dice la sindaca di Roma, Virginia Raggi -, ovviamente nel rispetto delle regole di distanziamento imposte dal Covid”.

All’ingresso è obbligatorio misurare la temperatura (non si potrà accedere con temperatura superiore a 37.5) e lasciare le proprie generalità per il tracciamento dei contatti. È obbligatorio indossare la mascherina negli spazi comuni (servizi igienici e aree ristoro) e mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro, ad eccezione delle famiglie. È inoltre obbligatorio essere muniti di un proprio telo per usare le sdraio e di un proprio tappetino per lo svolgimento delle attività sportive, per le quali è previsto un distanziamento di 2 metri.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Spiagge in città: ecco gli "stabilimenti urbani", sdraio e ombrelloni in cinque parchi di Roma

RomaToday è in caricamento