Avvocato del Cittadino

Opinioni

Avvocato del Cittadino

A cura di Emanuela Astolfi

Niente psicologo a scuola senza il consenso dei genitori

In questo post affrontiamo il tema della presenza degli psicologi nelle scuole e di una recente sentenza della Cassazione che, personalmente, trovo molto interessante in quanto va a sorreggere il rispetto della genitorialità e della scuola come ente di formazione e non di osservazione e valutazione psicologica dei minori.


Sempre più spesso ad Avvocato del Cittadino raccogliamo critiche da parte dei genitori preoccupati per “l’approccio medicalizzato” che ha interessato la scuola negli ultimi anni: i bambini vengono sottoposti a test psicologici per individuare eventuali disturbi e i genitori non hanno il controllo su ciò che viene imposto ai loro figli. In questi giorni, la Cassazione, V Sezione Penale, con sentenza n. 40291/2017 ha statuito che integra la fattispecie di violenza privata ai sensi dell'articolo 610 del codice penale il controllo sull'alunno da parte dello psicologo laddove non vi sia stato il consenso dei genitori. 


Secondo la Suprema Corte infatti, le analisi psicologiche sui minori non possono essere condotte se i genitori non sono d’accordo: integra il reato di violenza privata il monitoraggio dell'alunno da parte di una psicologa se non c’è  una preventiva approvazione al trattamento - attraverso l’espressione del consenso – da parte dei genitori. Per la Cassazione, tra gli strumenti utilizzati per attuare violenza privata sono compresi anche i mezzi anomali che sono "diretti a fare pressione sulla volontà e sulla determinazione altrui” e quindi - senza esplicito consenso -  l’intervento  dello psicologo sul minore “integra certamente una compressione della libertà di autodeterminazione del soggetto passivo”


Chi vuole raccontare la propria storia può farlo scrivendomi a info@avvocatodelcittadino.com (c.a. blog avv Astolfi). Per una consulenza è invece possibile contattare l’associazione attraverso i recapiti riportati sul sito
 

Niente psicologo a scuola senza il consenso dei genitori

RomaToday è in caricamento