Non c'è pace per la metro A, tra stazioni chiuse e guasti alle scale mobili. Fermo un impianto a Spagna

Guasta a una delle scale mobili della stazione. E sulla chiusura di Cornelia e Baldo degli Ubaldi non mancano polemiche: "Aurelio senza metro, ecco il risultato della mancanza di programmazione"

Immagine d'archivio

Non c'è pace per le scale mobili della metropolitana di Roma, specie se si viaggia sulla linea A. Di ieri l'ennesimo guasto a uno degli impianti della stazione Spagna, come denunciano i blogger di Odisseaquotidiana.com. 

"Domenica 29 dicembre stazione Spagna, le scale mobili sono guaste, i tornelli guasti - si legge sulla pagina dei "controllori" del trasporto pubblico capitolino, sempre in prima linea nel denunciare i disservizi e raccogliere le segnalazioni degli utenti - c'è una calca pazzesca, le condizioni di sicurezza sono critiche".

Contattata da RomaToday, Atac conferma il guasto a uno dei sei impianti che consentono l'accesso alla stazione, come riportato anche sul sito dell'azienda di via Prenestina, nella sezione che aggiorna gli utenti su eventuali blocchi di scale, montascale e ascensori. 

Ricordiamo che la stazione è stata riaperta lo scorso maggio dopo più di due mesi di stop. Sempre per colpa delle scale mobili. Dopo gli incidenti nelle vicine Repubblica e Barberini, in via precauzionale furono avviati controlli straordinari anche a Spagna. 

Al momento Barberini invece risulta ancora chiusa, a otto mesi dal sequestro da parte dell'Autorità giudiziaria. Dissequestrata a fine settembre, sono però ancora in corso le operazioni di collaudo degli impianti, e la stazione rimane ancora inaccessibile sia in ingresso che in uscita. Con i negozianti su tutte le furie per i cali di fatturato che hanno colpito le varie attività. Speravano tutti in una riapertura sotto il periodo di Natale e invece, nonostante le promesse dell'amministrazione, la data fatidica è slittata. 

E risultano chiuse, per interventi di manutenzione straordinaria, anche le fermata Baldo degli Ubaldi e Cornelia, sempre sulla linea A. In realtà la prima, chiusa dal 30 ottobre, sarebbe dovuta riaprire contestualmente allo stop della seconda. Ma ad oggi risultano inaccessibili entrambe. E c'è chi tra le forze di opposizione in Campidoglio, lo fa notare. "La contestuale chiusura delle fermate della metro A, Baldo degli Ubaldi e Cornelia, a causa della revisione ventennale delle scale mobili e degli ascensori rischia di far collassare un intero quadrante della città" dichiarano Giulia Tempesta, consigliera del Partito Democratico e Massimiliano Pasqualini, dem del municipio XIII. 

"La stazione Baldo degli Ubaldi doveva essere riaperta in questi giorni, ma ad oggi, non abbiamo notizie a riguardo. Chiudere anche Cornelia è una scelta folle che l'amministrazione Raggi si trova a dover compiere a causa della sua incapacità di programmare le manutenzioni". Questo perché Cornelia è uno snodo cruciale per il territorio, c'è il capolinea Cotral e tre grandi ospedali nel raggio di pochi chilometri. "Personalmente - aggiunge Tempesta - ho chiesto di convocare tempo fa una seduta della commissione mobilità su Baldo degli Ubaldi, ma nessuno ha mai dato una risposta, silenzio totale. Non resta che chiedere al Presidente della Commissione Trasparenza, come già avvenuto per Barberini e Repubblica, di trattare la questione in un'apposita seduta visto che nessuno dell'amministrazione Raggi, vuole occuparsi delle sorti di migliaia di cittadini che dopo le feste, alla ripartenza anche delle scuole, troveranno soltanto disagi e disservizi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla questione anche la capogruppo di Roma torna Roma Svetlana Celli: "Alla fermata Spagna da qualche giorno le scale mobili sono fuori uso. Si chiuderà di nuovo anche questa stazione? I romani hanno diritto di sapere perché accade tutto questo.  Per maggiore chiarezza farò un accesso agli atti per capire se la gara di mantenzione è stata affidata al massimo ribasso non prevedendo la garanzia del mantenimento di esercizio, una clausola che incide sul costo di manutenzione delle scale mobili ma che evita di chiudere le stazioni e quindi disservizi agli utenti". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 19 nuovi contagiati: sono 3826 gli attuali positivi nel Lazio

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento