La Festa del Cinema è da “campioni”: Batigol segna ancora, Zingaretti ammalia. Stefania Orlando è super sexy

Le pagelle del mercoledì della Festa del Cinema di Roma: sullo schermo spiccano le spogliarelliste di Hustlers e Il terremoto di Vanja di Vinicio Marchioni. Fuori è trionfo per Batistuta e Luca Zingaretti

Dopo l’uragano John Travolta, dal red carpet al “tuffo” tra i fan per selfie e abbracci, il mercoledì della Festa del Cinema ha vissuto un’insolita tranquillità. Tra le proiezioni in programma lo squillo di Hustlers. Le ragazze di Wall Street diretto da Lorene Scafaria. 

Hustlers. Le ragazze di Wall Street: JLo grande assente

Nonostante balli sexy con costumi succinti e sguardi ammiccanti “non chiamatelo film sulle spogliarelliste” – ha detto la regista americana. Si perché Hustlers “è un film sulle donne, sulle persone”, oltre al mondo dei night club parla di amicizia, solidarietà femminile e difficoltà quotidiane. Buon ritmo: le canzoni di Janet Jackson, Rihanna ma anche Britney Spears, insieme alla trama accattivante, lo rendono godibile. Forma strepitosa per Jennifer Lopez, protagonista del film. La cantante e attrice pecca solo in una cosa: l’assenza a Roma e quindi sul red carpet. Voto 6.  

Marchioni emoziona con Il terremoto di Vanja

Colpisce, emoziona e fa anche un po’ arrabbiare l’immobilismo post terremoto portato sul grande schermo da Vinicio Marchioni con “Il terremoto di Vanja”. Un documentario non di denuncia, ma che ha l'obiettivo di raccontare l'umanità dei terremotati, il modo in cui resistono, secondo lo sguardo di  Anton Checov.

“L'ambizione di questo documentario – ha spiegato Marchioni - è di riportare l'attenzione su quelle persone che il terremoto lo hanno vissuto, per capire come stanno oggi, quali speranze hanno per i loro figli. Non un documentario di denuncia, dunque, ma che avesse lo stesso sguardo di Anton Checov in Zio Vanja, un'istinto di amore e di compassione". Voto 8 per esecuzione e nobili scopi. 

Batigol è sempre El numero nueve

Va in gol Gabriel Omar Batistuta con il suo “El numero nueve” presentato ad Alice nella Città. Ricordi e aneddoti mai svelati, i sacrifici e la perseveranza necessari per vincere e diventare un campione: uno di quelli amati, temuti e rispettati ovunque. C’è tutta la vita di Batigol nel docufilm che lo racconta. “Tanti giovani, come i miei figli adolescenti faticano a trovare la loro strada, così volevo raccontare loro come io ho travato la mia. Volevo farlo in modo veritiero” – ha detto il Re Leone ripercorrendo la sua vita sportiva. A lui, e non può essere altrimenti, voto: 9

Luca Zingaretti conquista il pubblico: bagno di folla all’Auditorium

Da un calciatore affermato ad uno che avrebbe potuto diventarlo ma ha scelto la carriera da attore: Luca Zingaretti conquista la Festa del Cinema di Roma. Nello spazio della Regione Lazio solo posti in piedi, fuori una folla in attesa del saluto, o magari di un selfie con uno degli attori più amati di sempre. Non solo Montalbano, tra le sue celebri interpretazioni quelle di Perlasca, Paolo Borsellino e Adriano Olivetti. Tanti gli aneddoti sulla sua vita, sulla fiction del commissario più amato d’Italia e sul suo rapporto con il maestro Andrea Camilleri. Il 9 lo lasciamo a Batigol, per Luca Zingaretti 8 e ½

Lucia Bosè uragano blu, Stefania Orlando scollatissima

Vero e proprio tornado blu sul red carpet Lucia Bosè, alla festa del cinema per presentare “Lucia Bosè. Una biografia”. Per lei voto 7. 

Stefania Orlando è super sexy: abito lungo bicolore, spacco vertiginoso e una scollatura che lascia ben poco all’immaginazione. La splendida forma glielo permette. Forse però troppo eccessivo: voto 6
 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento