Crollo a Repubblica, quando Raggi diceva che "i tifosi russi ballavano e saltavano sulla scala mobile"

La sindaca Virginia Raggi dopo l'incidente dell'ottobre 2018 accorse sul posto ma, nonostante i condizionali del caso, puntò il dito

FOTO ANSA/MASSIMO PERCOSSI

"Secondo il racconto dei testimoni sembrerebbe che i tifosi russi saltavano e ballavano sulla scala mobile poi è crollata". Sono passate poche ore dall'incidente del 23 ottobre 2018 quando i gradoni mobili della stazione Repubblica si accartocciarono, collassando, provocando il ferimento di chi era sopra. 

La tragedia sfiorata accadde poco prima del match di Champions League tra Roma e Cska Mosca. La sindaca di Roma Virginia Raggi accorse sul posto ma, nonostante i condizionali del caso, puntò il dito contro i tifosi russi che "saltavano e ballavano". Questa, secondo la prima cittadina, la causa del crollo.

Il video fu pubblicato sulla pagina Facebook di Raggi e, in poco tempo, fece il giro del web. Le parole della Sindaca, nonostante il "si dice che" e il "sembrerebbe che", rimbombarono come una sentenza finendo sui quotidiani romani e russi in pochi minuti. 

Atac, subito dopo il fatto, incalzò: "I controlli e la manutenzione delle scale mobili della metropolitana di Roma all'interno delle stazioni vengono fatte con cadenza mensile". Alle revisioni e manutenzioni, ogni tre mesi "si aggiunge anche un ulteriore ciclo di collaudi". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In più c'è da aggiungere che una vita tecnica di una scala mobile dura circa 30 anni, quella di Repubblica, stazione che non ha le scale "normali", "era di circa dieci". Questa la versione subito dopo i fatti.

Nei giorni successivi, però, i tifosi del Cska Mosca diffusero due video, con un messaggio chiaro: "Non stavamo saltando sulle scale mobili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dei 24 feriti, due, quelli più gravi, presentarono querela. La Procura di Roma avviò una indagine e subito emerse una certezza: le scale mobili della stazione metro Repubblica non collassarono perché i tifosi del Cska Mosca saltavano. Oggi la notizia degli arresti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento