"Summertime 2019 - L'Estate a Casa del Jazz", presentato il poliedrico cartellone

Da Gary Clark JR a Bill Frisell, da Charles Lloyd a Sergio Cammariere,la programmazione dei concerti e degli spettacoli che animeranno la Casa del Jazz nell'estate 2019

Il sole è tornato a splendere su Roma e anche sulla Casa del Jazz e tutto è pronto per tagliare il nastro di "Summertime 2019". Il sipario, nell'affascinante location in viale di Porta Ardeatina, si aprirà ufficialmente il prossimo 24 giugno e allieterà i romani fino al 1 agosto con oltre 30 concerti e spettacoli.

L'estate 2019 alla Casa del Jazz

Il 4 giugno è stato ufficialmente presentato il cartellone poliedrico de L'Estate a Casa del Jazz da Aurelio Regina, presidente di Fondazione Musica per Roma, Josè R. Dosal, amministratore delegato di Fondazione Musica per Roma, Teresa Azzaro, direttore artistico de "I concerti nel parco" e Luca Bergamo, vicesindaco e assessore alla Crescita culturale di Roma.

Da Gary Clark JR a Bill Frisell, da Charles Lloyd a Sergio Cammariere, fino a Neri Marcorè e all'Orchestra di piazza Vittorio: Roma è in fermento perché Casa del Jazz e Fondazione Musica per Roma hanno messo su un cartellone davvero variegato, ricco di grandi nomi per un'estate frizzante ed eclettica.

Jazz, blues, soul, tango, swing, funky, acid jazz e musiche del Mediterraneo animeranno Villa Osio nella manifestazione che si inserisce in prima linea nell'Estate Romana 2019 promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita Culturale, realizzata in collaborazione con SIAE e sostenuta dal MIBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale dello Spettacolo dal Vivo e dalla Regione Lazio, Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili, con nomi di grande calibro e prestigio della scena musicale italiana e internazionale e spettacoli originali in prima assoluta. 

"Non dimentichiamo il valore sociale e civico che questo luogo ha e che abbiamo restituito alla città - ha sottolineato Aurelio Regina, presidente di Fondazione Musica per Roma - e che fare musica qui ha un valore doppio rispetto ad altri luoghi. Siamo orgogliosi di questa nuova edizione in partenza, ricca di grandi artisti e di nuove collaborazioni", ha continuato il presidente. 

Il programma di "Summertime 2019" alla Casa del Jazz

Si parte il 24 giugno a ritmo di tango con il Quinteto Astor Piazzolla, formazione di virtuosi con la direzione di Laura Escalada Piazzolla creata per proteggere e diffondere l'enorme lascito del musicista argentino, si prosegue il 25 giugno con Gary Clark JR, artista paragonato a mostri sacri della musica come Jimi Hendrix ed Eric Clapton, definito da Barack Obama "il futuro della musica". Il 26 giugno prima serata con la Roma Sinfonietta che eseguirà Trouble in Tahiti, opera nata nel 2018 in occasione del centenario della nascita di Leonard Bernstein, mentre la seconda serata - in programma il 4 luglio - sarà dedicata al genio compositivo George Gershwin

Il 29 giugno sarà il turno del poliedrico vocalist jazz Gegè Telesforo che presenterà il suo spettacolo patrocinato dall'Unicef "Soundz for children" mentre il 2 luglio arriverà alla Casa del Jazz una stella del jazz contemporaneo: la giovane trombettista spagnola Andrea Motis.

Ritorna alla Casa del Jazz, il 6 luglio, la NTIO New Talent Jazz Orchestra, formata da giovani talenti del jazz italiano diretta da Mario Corvini che, per l'occasione, interpreterà le composizioni e la musica di Enrico Pieranunzi (progetto che diverrà presto un disco della Parco della Musica Records,). Ancora un'orchestra - questa volta itinerante - salirà sul palco della Casa del Jazz il 7 luglio: si tratta della Funk Off, una vera e propria marching band con alle spalle 20 anni di attività e oltre 900 concerti. L'8 luglio toccherà agli Incognito, la band porterà nel palinsesto dell'Estate a Casa del Jazz il suo inconfondibile mix di groove, soul e funk. Tanto atteso, poi, il ritorno del chitarrista Bill Frisell, che si esibirà in  trio con Thomas Morgan e Rudy Royston il 10 luglio.

Il programma di Summertime 2019 va ancora avanti, il 15 luglio con Steve Gadd Band, uno dei più influenti batteristi dell'intera storia della musica contemporanea, il quale ha lavorato anche con Aretha Franklin, Carly Simon, Frank Sinatra, Rickie Lee Jones e con i duo formato dal pianista belga Eric Legnini e da uno dei più talentuosi interpreti della New Jazz Generation italiana Raffaele Casarano (17 luglio).

Una delle date più rilevanti nel cartellone dell'Estate dalla Casa del Jazz è, senz'altro, il 19 luglio, giorno in cui a Villa Osio arriverà Charles Lloyd, uno dei più grandi sassofonisti viventi, una vera leggenda, noto per aver lanciato le carriere di molteplici pianisti, tra cui Keith Jarrett e Michel Petrucciani. Il 21 luglio sarà la volta del trio composto da Peter Erskine, Eddie Gomez e Dado Moroni, il 23 luglio alla Casa del Jazz arriverà Max Weinberg - batterista della E Street Band di Bruce Springsteen - con un concerto interattivo e molto coinvolgente. Scorrendo il dito sul programma dell'Estate a Casa del Jazz, infine, troviamo la tromba di Paolo Fresu unita al bandoneon di Daniele di Bonaventura che incontreranno il violoncellista carioca Jacques Morelenbaum (25 luglio), per gettare un ponte tra Mediterraneo e Brasile. 

Il 26 luglio Sergio Cammariere arriverà alla Casa del Jazz per presentare al pubblico il suo ultimo disco "La fine di tutti i guai" pubblicato dalla Parco Musica Records; il 29 luglio Antonello Salis e Simone Zachini, virtuosi della fisarmonica e improvvisatori totali, si incontreranno per sperimentare una musica senza confini. E, il 30 luglio, grande festa alla Casa del Jazz per festeggiare i 25 anni di uno dei gruppi più noti per aver reinterpretato il tango argentino in chiave jazz: Javier Girotto & Aires Tango "25 anos"

L'estate alla Casa del Jazz terminerà il 31 luglio con l'eccezionale duo Fabrizio Bosso (alla tromba) e Julian Mazzarielo (al pianoforte) che presenterà il nuovo disco Tandem Live.

I concerti nel parco 2019

Ma "Summertime 2019 - L'estate a Casa del Jazz" non finisce qui e prosegue anche con la 29esima edizione de "I concerti nel parco" - la quarta nella magica location in via di Porta Ardeatina - con la direzione artistica di Teresa Azzaro. Anche in questo caso ci troviamo davanti ad un ricco palinsesto il cui filo rosso è ben esplicato dall'inciso di una strofa del brano di De Andrè "Se ti tagliassero a pezzetti".

"E adesso aspetterò domani per avere nostalgia, signora libertà signorina fantasia così preziosa come il vino, così gratis come la tristezza con la tua nuvola di dubbi e di bellezza". 

Un inciso che, come ha spiegato Teresa Azzaro, direttore artistico della manifestazione estiva: "Riassume in profondità la filosofia del festival ovvero la libertà di muoversi in territori diversi, a volte distanti fra loro, nel segno della fantasia, della curiosità, della ricerca di sempre nuovi stimoli".

Qui la programmazione completa de "I concerti nel parco - Estate 2019".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

Torna su
RomaToday è in caricamento