Alberi caduti: riaprono i parchi di Roma, ma sono cimiteri di rami e tronchi

Ancora tante le aree interdette nei polmoni verdi della città. La denuncia dal II municipio

Tronco a villa Paganini

Rami, tronchi, fronde degli alberi spazzati via dalle sferzate di vento di ormai dieci giorni fa. La messa in sicurezza di parchi e ville storiche della Capitale procede a rilento. E' il solito copione post maltempo. Torna il sole, ma a ricordare ai romani che basta poco per rischiare di restare schiacciati sotto il peso di pini secolari malandati ci pensano le condizioni del verde. 

Villa Paganini, villa Chigi, villa Borghese, villa Ada, villa Borghese, villa Doria Pamphili, Colle Oppio. Con un'ordinanza del 23 febbraio, tutti i parchi e giardini di Roma sono stati chiusi per permettere la messa in sicurezza delle alberature a rischio crollo, oltre alla rimozione dei resti caduti. Qualche giorno e con un ulteriore provvedimento sindacale del 28 febbraio e un altro di ieri, lunedì 4 marzo, gran parte delle aree sono state riaperte. 

Ma all'interno restano una miriade di zone interdette al pubblico. Alcune transennate e ben visibili, altre segnalate con cartelli precari. "Quanto tempo resteranno le fronde a terra?" domanda non senza ironia l'assessore all'Ambiente del II municipio Rino Fabiano. "I parchi sono stati riaperti ma ci sono ancora tutta una serie di aree che non sono percorribili e aspettano la messa in sicurezza". Pensa a villa Ada, villa Paganini, alcune aree di villa Borghese. E non solo i parchi fanno i conti con gli alberi caduti ancora in strada. "Siamo pieni di carreggiate e marciapiedi impercorribili, vedi in zona villaggio Olimpico". 

Non è la prima volta che dal II municipio, territorio tra più verdi della città, si alzano voci di protesta dal parlamentino a guida dem. Contro un Servizio Giardini insufficiente a garantire la manutenzione dell'enorme patrimonio di verde storico della città. Senza contare i tempi sempre dilatati degli interventi sul fronte manutentivo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento