Tuscolano Don Bosco

Rifiuti, da Don Bosco a Prati stessa raccolta diverso il sistema

La stessa raccolta già avviata nel quartiere Don Bosco partirà il 10 ottobre nel quartiere Prati. Di seguito le principali differenze di gestione tra i due quartieri coinvolti nella sperimentazione

Gli esperimenti della raccolta duale applicata nel quartiere Tuscolano Don-Bosco, Appio- Tuscolano e negli altri quartieri della città (Prati Fiscali, Laurentino 38, Marconi, Aurelio Irnario)continuano, dal 10 ottobre anche nella zona Prati partirà  la sperimentazione.


A colpire sono le differenze con cui i diversi Municipi gestiscono la raccolta differenziata. Sembrano, infatti,  non esserci delle modalità standard da applicare per tutti i Municipi.  Ognuno, infatti, organizza la raccolta con diverse modalità  a seconda della  esigenze e compatibilmente con le possibilità messe a disposizione dell’Ama.


-LE DIFFERENZE-  Nella zona Prati saranno istituiti due turni per la raccolta dei rifiuti organici ognuno di 5 ore, uno nella mattina ed uno nella fascia serale, per un totale complessivo di dieci ore di servizio.

Diversamente è accaduto nel quartiere Don Bosco, infatti, qui è possibile recarsi all’isola ecologica esclusivamente la mattina, unico turno della giornata. I camioncini fanno, nella stessa fascia tre turni in  tre posti diversi,  garantendo per ogni turno una copertura di un’ora e mezza per la raccolta.

Il risultato: un servizio insufficiente per l’intensità della popolazione che conta 64 mila abitanti nella zona Don Bosco e 38 mila nell’Appio Tuscolano.

Più volte nei diversi Consigli Municipali  i cittadini hanno richiesto all’Ama  di poter inserire la fascia serale, ma tale proposta venne bocciata dalla municipalizzata.

A ciò, poi, si deve aggiungere che nella zona Prati non è prevista la rimozione dei cassonetti per l’umido.  Parte di questi verranno lasciati e ridotti al 40 per cento.  Ancora una volta diverso il caso Don Bosco, dove, una volta partito il sistema di raccolta duale,  nella zona sono stati rimossi tutti i cassonetti dell’umido lasciando nelle strade solo quelli per la carta e la plastica.

Il sistema ridotto delle fasce orarie e l’eliminazione dei cassonetti per l’umido  hanno provocato cumuli di immondizia parcheggiata nelle strade, gettata nei cassonetti della riciclata, degrado e sporco.
Ci sono volute diverse battaglie dei residenti per cercare di porre rimedio alla situazione e evitare il generarsi di una vera e propria emergenza rifiuti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, da Don Bosco a Prati stessa raccolta diverso il sistema

RomaToday è in caricamento