TuscolanoToday

Arco di Travertino, sale il bilancio delle vittime dei cartelloni killer

Deceduta la ragazza coinvolta nell'incidente di Via Tuscolana del 1 Novembre scorso, causato da un cartellone fuori norma. De Luca (PD): "C'è volontà di presentare un esposto alla Procura"

In due hanno perso la vita per la presenza di quel cartellone pubblicitario di sei metri quadrati, sistemato su uno spartitraffico di appena un metro e mezzo. Il 1 Novembre, infatti, aveva perso la vita un 30enne a bordo di uno scooter. Nell’incidente era però rimasta coinvolta anche una seconda ragazza che, sfortunatamente, è deceduta pochi giorni dopo.

L’indignazione dei cittadini e delle figure istituzionali ha dato vita, la mattina del 5 Novembre, ad un sit-in in Piazza dell’Ara Coeli contro gli incriminati cartelloni pubblicitari. Ideatore della manifestazione è stato lo stesso Comitato promotore di una certa delibera, di iniziativa popolare, proprio riguardo le affissioni e la cartellonistica pubblicitaria.

“Siamo convinti che l'approvazione della delibera, sostenuta da oltre 10.000 cittadini, debba essere il primo passo per un' inversione di tendenza rispetto all'attuale disastro della cartellonistica pubblicitaria – ha dichiarato, durante il sit-in, il consigliere comunale Athos De Luca al Corriere della Sera - Nell' apprendere, purtroppo, la notizia del decesso della ragazza coinvolta nell' incidente di martedì notte sulla Tuscolana, dopo che già il conducente del motociclo aveva perso la vita, ribadiamo la nostra volontà di presentare un esposto alla Procura perché su queste morti annunciate vengano chiarite le responsabilità della ditta proprietaria dell'impianto e dell'amministrazione comunale” ha poi concluso il consigliere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Roma è pronta da mesi a fare il grande passo di discontinuità con il passato – ha risposto poi, sempre al Corriere della Sera, l’assessore al Commercio Davide Bordoni - contrastando l'abusivismo degli impianti pubblicitari attraverso l'approvazione del piano regolatore. La prima fase dell'iter dello strumento normativo è giunta a conclusione. Ora occorre che l'assemblea capitolina calendarizzi subito la discussione del Piano”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento