TuscolanoToday

Scuola bus per disabili: "Percorsi infiniti e autisti diversi ogni giorno"

Un genitore residente nel VII Municipio, zona Morena, ha denunciato le novità poco gradite del trasporto Multiservizi per bambini disabili. E non è il solo

Scuola Rodari, via Niobe, Morena

Le facce non sono più le stesse, a volte i percorsi sono stranamente lunghi, altre chi riporta a casa i bambini sembra non conoscere neanche la strada. Andrea abita nel VII Municipio, suo figlio, 14 anni con sindrome di down, frequenta la scuola media Gianni Rodari in via Niobe. Ci scrive per segnalare le novità, poco gradite, sul trasporto pubblico messo a disposizione per il figlio, e per gli altri studenti disabili del quartiere.

"Siamo stati informati dagli assistenti della Roma Multiservizi che il servizio non sarà più come prima, creando disagi a noi genitori, agli operatori e soprattutto ai nostri figli, che essendo diversamente abili hanno bisogno di continuità e di certezze.

Da quest'anno ogni mattina il personale degli autobus sarà sempre diverso, tanto alla andata come al ritorno ,ogni giorno mio figlio partirà da casa con persone a me sconosciute ma soprattutto a lui". Per anni invece, gli autisti erano gli stessi e i ragazzi imparavano a familiarizzare con volti e persone.  

"Perché mio figlio oggi - scrive Andrea - non faceva altro che chiedere della sua assistente che per quattro anni lo portava ogni mattina a scuola, e lo riportava all'ora di pranzo?". L'altra novità riguarderebbe i tragitti. 

"Ogni mattina gli operatori faranno un percorso diverso, quando prima il giro al meno quello di mio figlio che è nel VII municipio ex -X,e non cambiava mai". A mezzo stampa denuncia i disservizi anche Marco Giudici, presidente della commissione trasparenza del Municipio XII.

"Da mercoledì scorso – prosegue la nota - sono iniziati i disagi per numerose famiglie di Roma. Ho ricevuto dei reclami sull'operato della Multiservizi da parte di alcune mamme. E' anche accaduto che i pulmini provenienti dalla scuola speciale Vaccari, nel quartiere Prati, nelle ore di punta hanno fatto tappa al Casilino per raggiungere Monteverde, due quartieri agli antipodi di Roma, con gravi disagi per i bimbi trasportati. 

Inoltre, gli autisti cambiano ogni giorno, spesso non conoscono le strade e disorientano sia il bambino disabile, sia le mamme, perché entrambi non hanno più una persona fissa a cui fare riferimento nel tempo del tragitto". 

Chiedo che sia fatta chiarezza su questo disservizio da paese arretrato e che siano rispettati i diritti basilari dei bambini disabili – conclude Giudici - ad essere messi in condizioni di partecipare alla vita sociale al pari di tutti i bambini". Romatoday ha contattato la Roma Multiservizi per avere chiarimenti in merito, ed è in attesa di risposta. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

Torna su
RomaToday è in caricamento