Lunedì, 20 Settembre 2021
Morena Morena / Via dei Sette Metri

Morena: c'è un ciclabile sepolta sotto una montagna di rifiuti

La pista ciclabile di Morena, iniziata e mai conclusa, è nascosta da tonnellate di rifiuti. Alcuni residenti, sollecitandone il completamento, chiedono perchè non sia stata compresa nel nuovo Piano mobilità del Lazio

Doveva collegare il parco degli Acquedotti con i Castelli Romani. Un lungo percorso ciclabile da realizzare in sicurezza, attraversando le aree verdi del quadrante meridionale della Capitale. Era stata anche finanziata, la pista della Patatona. Ma poi, a parte il tratto che unisce via dei Sette Metri con via Lucrezia Romana, non è stato fatto più nulla.

LA DISCARICA A CIELO APERTO - Molti residenti ignorano anche che, in quella zona così prossima al comune di Ciampino, esista una ciclabile. Altri invece la temono, per le condizioni igieniche che la caratterizzano. Da tempo infatti, la ciclabile è divenuta un'enorme discarica a cielo aperto. Nonostante l'intervento di alcuni residenti, che hanno provato a contrastare il degrado.

LA RICHIESTA DEI CITTADINI - Il gruppo RetakeRoma di Morena, si è dato più volte appuntamento per decorare i grigi new jersey che delimitano una parte delle pista. Altri ciclisti invece hanno tentato di riaccendere i riflettori sul grave stato in cui versa, cercando di coinvolgere anche la Regione Lazio. “Come mai un’opera come la pista ciclabile sul fosso della Patatona, avviata tanti anni fa dalla Giunta Badaloni,  pur essendo un progetto che godeva di fondi Regionali,  – chiede un residente del Municipio VII - non è neppure menzionata tra gli interventi previsti dalla Regione in materia di mobilità?”.

LA SPARIZIONE DELLA CICLABILE - La richiesta è stata inoltrata  sul portare del “Piano mobilità Lazio”. La Regione, per quanto attiene alla mobilità, ha infatti distinto tra due tipologie di intervento. La prima, denominata 'Do Minimum',  “comprende soltanto quelli già cantierati o comunque soltanto quelli già finanziati e privi di rilevanti difficoltà politiche e istituzionali”. Poi ci sono “tutti gli altri interventi  (Do Everytihng) previsti nei piani e programmi esistenti”. In questa seconda fattispecie, insistono anche   “interventi meno certi”.  Ma il fosso della Patatona non compare in nessuna delle due casistiche, come il ciclista ha espressamente evidenziato. Sembrerebbe dunque, che il progetto della ciclabile di Morena sia stato sepolto per sempre, forse proprio sotto i cumuli di rifiuti che vi si sono addensati.  Intanto, mentre  il Comitato di Quartiere di Morena annuncia che “la prossima settimana sarà in Regione anche per affrontare questa problematica” , il blogger Mammifero Bipede commenta lapidario: “E' una situazione che grida vendetta al cielo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morena: c'è un ciclabile sepolta sotto una montagna di rifiuti

RomaToday è in caricamento