TuscolanoToday

Marciapiedi 2.0, si punta su sicurezza e decoro. Ma nel frattempo intervengono i cittadini

Il M5s punta sulle sinergie. I cittadini sull'iniziativa individuale

A sinistra l'intervento del Municipio 7 a destra quello dei cittadini

In via Muzio Scevola, in zona Appio Latino, i marciapiedi sono segnati da una lunga crepa. Saltato il bitume, il terriccio sottostante è venuto in superficie. Il problema è stato affrontato con apprezzabile spirito d'iniziativa da un residente dal pollice verde. E da qualche giorno, sul marciapiede, hanno fatto la loro apparizione delle piantine grasse probabilmente delle Kalanchoe.

L'iniziativa dei residenti

E' "una bella iniziativa per superare l'inerzia di chi dovrebbe provvedere al ripristino" ha commentato un utente, postando l'immagine di via Scevola sul popolare gruppo facebook Appio Tuscolano. A ben vedere, la sistemazione dei marciapiedi è spesso stata affidata all'ingegno dei residenti. Per restare nella zona dell'Alberone, non è difficile trovare aiuole impreziosite da piantine e fiori. Come d'altra parte non è raro imbattersi nei faccioni scolpiti da Andrea Gandini sulle ceppaie disseminate nel quartiere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sicurezza e decoro dei marciapiedi

La strategia del Municipio per affrontare il problema dei marciapiedi insicuri e degradati, è stata recentemente illustrata dagli assessori Salvatore Vivace e Giuseppe Comisso. L'occasione è stata offerta da un intervento realizzato in via Publio Valerio, zona Don Bosco. Al rifacimento del marciapiede, si è accompagnato il ripristino delle alberature. Nella strada, con l'ausilio di un'escavatrice, sono infatti stati rimossi una quarantina di ceppi. "Erano piante morte, che andremo a sostituire con dei prunus, ovvero degli alberi dall'apparato gentile, che non daranno fastidio al rifacimento del marciapiede".  L'intervento precede quello della messa in sicurezza, che prevede anche il rifacimento di alcune caditoie. "La situazione della strada, in totale degrado, ci era stata attenzionata dai residenti – ha spiegato Vivace in un viceo  –per questo abbiamo deciso d'intervenire in maniera sinergica". L'idea di base è semplice: "alla messa in sicurezza vogliamo accompagnare i lavori sul piano del decoro". In attesa che il modello prenda piede e sia ripetuto in altre strade, stanno intervendo anche i residenti. In maniera anonima, per evitare quelle pastoie burocratiche che ingesserebbero la spontaneità delle loro iniziative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento