Mercoledì, 22 Settembre 2021
Tuscolano

Amianto a Cinecittà – Don Bosco, Lanna: “Dobbiamo intervenire”

Il presidente dell’associazione Vie e Piazze Storiche di Cinecittà, Amleto Lanna, ha affrontato il delicato tema dell’amianto presente nel territorio in un’intervista a Radio Manà Manà, offrendo una strada per risolvere il problema

La segnalazione del blog FortezzaBastiani sull’amianto, presente su molti tetti dei quartiere Cinecittà e Don Bosco, ha suscitato l'interesse di tanti media, fra cui Radio Manà Manà che ha deciso di intervistare Amleto Lanna. Presidente dell'Associazione Vie e Piazze Storiche di Cinecittà, Lanna ha illustrato la situazione e spiegato quali potranno essere i prossimi passi per affrontare il problema: “La segnalazione nasce da un lavoro congiunto dell’associazione Vie e Piazze Storiche di Cinecittà ed il blog FortezzaBastiani, abbiamo verificato che alcuni edifici, come il civico 247 di via Flavio Stilicone, sono piene di eternit in disfacimento”.

Alla domanda, posta dal giornalista Gianluca Fabi, sulla possibilità che i tetti fotografati nella segnalazione non contengano in realtà amianto Lanna ha risposto: “Questa osservazione, avanzata da un cittadino, si riferiva ad un edificio di via Tuscolana, dove prima c’era un negozio Blockbuster, su cui effettivamente è stata operata una bonifica. Noi parliamo però di tutti gli altri tetti, dove i cittadini si trovano a convivere con questo killer. Non voglio accusare nessuno – ha aggiunto Lanna -, ma abbiamo riscontrato, nella zona in questione, l’esistenza di diverse persone che negli anni si sono ammalate. Molti palazzi sono infatti dei prima anni sessanta, periodo in cui l’amianto veniva largamente utilizzato”.

A proposito delle soluzioni da applicare per scongiurare questo pericolo per la cittadinanza, Lanna ha poi spiegato che “servirebbe innanzitutto un censimento da parte delle ASL. Mi permetto poi di coinvolgere anche le altre associazioni e gli altri cittadini di tutta Roma, pensiamo poi di organizzare un’assemblea in Municipio per cercare di coinvolgere le autorità locali al fine di prendere un provvedimento, poiché le ASL si muovono solo su denuncia. Se non si interviene, col passare degli anni, l’amianto continuerà altrimenti a fare molti danni – ha quindi concluso Lanna -, ai nostri figli ed ai nostri nipoti, e questo dobbiamo assolutamente evitarlo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto a Cinecittà – Don Bosco, Lanna: “Dobbiamo intervenire”

RomaToday è in caricamento