Tuscolano Cinecittà / Via Flavio Stilicone, 250

"La lista non è più civica, noi rinunciamo": nel VII municipio in 4 mollano Marchini

Poco prima delle 16 la lista del VII municipio della civica Marchini, presentata appena 4 ore prima, ha perso quattro componenti. In una nota la spiegazione dei motivi dell'abbandono

Avevano firmato la candidatura, ma quando hanno visto la composizione della lista e il candidato presidente hanno deciso immediatamente di chiedere l'estromissione presentandosi all'ufficio ricezione e gestione documentazione elettorale. Detto fatto. Poco prima delle 16 la squadra del VII municipio della lista civica Marchini ha perso quattro componenti. In una nota la spiegazione dei motivi dell'abbandono. In sintesi: credevano di far parte di un movimento di ispirazione civica e si sono ritrovati mischiati ad esponenti di vecchi partiti politici. La loro intenzione non era però questa.

Oggi, con una scelta condivisa collettivamente, noi cittadini Cristina Boschetti, Emanuela Caselli, Amleto Lanna, Alessandro Paoletti,  abbiamo rinunciato alla candidatura a consiglieri municipali nel Municipio VII (ex IX e X) per la lista Marchini per Roma, con tanto di richiesta ufficiale all'ufficio elettorale del comune di Roma.

Il nostro tentativo, in quanto cittadini e appartenenti alle associazioni che operano sul territorio, avrebbe voluto essere quello di portare la nostra esperienza diretta sulle tante cose che non vanno nei nostri quartieri e con cui ci confrontiamo giornalmente all'interno dell'istituzione municipio. E la scelta di candidarci in quella che doveva essere, nelle intenzioni, una lista civica ci era sembrato il modo migliore di riuscirci.

Ci siamo però ritrovati presto davanti a un vero e proprio muro di gomma, dove ogni nostra richiesta di confronto (soprattutto sui punti del programma che avevamo intenzione di portare avanti, ma anche sui criteri stessi di formazione delle liste) veniva rimandata o lasciata senza risposta.

L'arrivo improvviso di esponenti di altri partiti politici (ufficialmente definiti transfughi, ma in realtà riconducibili in gran parte a un preciso partito, l'UDC), ha ulteriormente complicato il quadro della situazione facendoci capire, a quel punto, che ben poco rimaneva di "civico" in quella lista Marchini e quindi convincendoci a fare un passo indietro per non essere più complici di un'operazione ormai palesemente di tipo "partitico".

Torniamo, perciò, ad essere semplici cittadini e non più candidati. Ma non rinunciamo a portare avanti le nostre battaglie e le nostre idee su come sia possibile agire, tutti insieme, per migliorare le condizioni di vita nei nostri quartieri.

Già dai prossimi giorni proporremo ai candidati delle altre forze politiche del VII municipio dei tavoli di confronto per illustrare quelle che sono le nostre proposte, che vanno dal recupero della memoria storica, alla rivalutazione di tutte quelle professionalità legate al mondo del cinema e dell'audiovisivo e a quello che ha significato e significa ancora oggi Cinecittà, a una maggiore attenzione agli anziani e ai disabili, ma anche alla realizzazione di occasioni di lavoro che prima di tutto riescano a coinvolgere gli stessi cittadini che vi abitano, con attenzione particolare ai giovani e alle loro forme di aggregazione intorno a progetti intesi a valorizzare ciò che ci circonda in termini culturali, oltre che sul piano paesaggistico e architettonico.

Se queste forze politiche mostreranno la giusta sensibilità, arrivando a recepire le nostre proposte, in tutto o in parte, all'interno dei loro programmi, avremo comunque raggiunto l'obiettivo che ci prefissavamo: far sentire la voce dei cittadini all'interno delle istituzioni. E per noi questo è quello che conta.

IL COMITATO PER ALFIO MARCHINI - E' triste vedere come per un problema di poltrone si tenti di gettatre discredito su donne e uomini che da mesi lavorano giorno e notte ad un progetto al quale Boschetti, Caselli, Lanna e Paoletti avevano aderito, evidentemente nella speranza di ricevere in cambio posti e privilegi per loro e i loro amici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La lista non è più civica, noi rinunciamo": nel VII municipio in 4 mollano Marchini
RomaToday è in caricamento