rotate-mobile
Tuscolano

Aumento Voli Ciampino, anche gli Ecologisti Democratici dicono no

Anche gli Ecologisti Democratici hanno sottoscritto l’appello, inviato dal Comitato per la riduzione dell’impatto ambientale dell’aeroporto di Ciampino, per contestare l’aumento dei voli fino all’anno 2021

La campagna di protesta contro un aumento dei voli nell’Aeroporto di Ciampino fino al 2021 sta registrando sempre più consensi nel Municipio X. Dopo Cinecittà Bene Comune, anche gli Ecologisti Democratici del Decimo hanno infatti sposato la causa, per convincere il Ministro dei Trasporti Corrado Passera a non sottoscrivere il Piano di investimenti di Aeroporti di Roma. Queste adesioni confermano oltremodo quanto l’inquinamento acustico prodotto dagli aerei, diretti o in partenza dall’aeroporto Pastine di Ciampino, coinvolga in forma sensibile anche gli abitanti del Municipio X.

L’APPELLO - L’appello inviato dal Comitato per la riduzione dell’impatto ambientale dell’aeroporto di Ciampino ha già riscontrato consensi da parte di molte personalità del mondo politico, istituzionale, dei comitati e delle associazioni territoriali e nazionali. Il documento mette in rilievo come dal 2001 al 2008 si sia “passati da 700mila a 5 milioni e mezzo di passeggeri”: un aumento incontrollato ed incompatibile con la sostenibilità territoriale “come ha più volte rilevato, con lettere ufficiali, il Ministero dell'Ambiente” sostenendo che sono “state disattese sia norme nazionali, sia direttive europee”.

“E’ evidente da tempo l’incompatibilità ambientale dell’attuale livello del traffico aereo con il territorio circostante l’aeroporto ‘Pastine’ di Ciampino” – ha affermato Marco Ciarafoni, portavoce nazionale e presidente regionale Ecodem – per questo motivo abbiamo sottoscritto con convinzione l’appello affinché il Ministro dei Trasporti approvi urgenti piani di riduzione dei voli, non il loro incremento”.

ECOLOGISTI DEMOCRATICI - Gli Ecologisti Democratici hanno quindi partecipato, Mercoledì 29 Maggio, al sit-in di protesta ‘Facciamoglielo sentire’, indetto dal Comitato davanti alla sede dell’Enac in via Gaeta, per testimoniare all’Ente aviazione civile il rumore assordante registrato in una abitazione di Ciampino a causa dei voli. Si è trattato di una manifestazione di dissenso civile “per far capire a chi governa l’aeroporto in quali drammatiche condizioni è costretta a vivere la popolazione residente, in assenza dei dovuti interventi – ha poi concluso Marco Ciarafoni – e per riportare i voli nei limiti delle leggi italiane e delle direttive europee”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento Voli Ciampino, anche gli Ecologisti Democratici dicono no

RomaToday è in caricamento