rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Don Bosco Don Bosco / Via del Quadraro

Quadraro: per ricordare il rastrellamento arriva un’opera di Street Art

Un disegno murale realizzato con le scuole del territorio sotto la guida dell'Associazione Mu.Ro. Quest'anno il testimone della memoria, passa attraverso le opere di Street art

Il ricordo dei momenti drammatici vissuti 71 anni fa dai Partigiani del Quadraro, non è mai venuto meno. Ogni anno le associazioni locali, in collaborazione con il Municipio, organizzano iniziative che consentono alla staffetta della Memoria di passare di mano in mano, da una generazione all’altra.

LA STAFFETTA - Quest’anno, nell’ambito delle celebrazioni del cosiddetto Q44, si è deciso di investire con ancor più convinzione, su questa relazione che lega i residenti più anziani ai loro figli e nipoti. Lo si è fatto, puntando sul linguaggio espressivo dei giovani ed in particolare sui murales degli street artist. Ma secondo una modalità particolare. Grazie all’interessamento dell’associazione culturale MU.Ro. l’intervento sarà infatti realizzato in maniera partecipata.

L'EVENTO DEL 17 - L'evento, che è già iniziato con i laboratori artistici e le assemblee pubbliche, si aprirà la mattina del 17  con il Tour in bicicletta dei cittadini del Quadraro tra i murales del quartiere. Alle ore 16, invece, gli studenti delle scuole coinvolte nel progetto, parteciperanno attivamente alla realizzazione del ,urales, coordinati dall’artista David Diavù Vecchiato dell’Associazione Culturale Museo di Urban Art di Roma (MU.Ro) e da due suoi assistenti.  Alle ore 18, infine, verrà inaugurato il murales con un reading e il concerto: “Bella,Gabriella! & Poeti del Trullo".

IL RICORDO -  "A distanza di 71 anni – ha ricordato il presidente del VII Municipio Susi Fantino -  quella del 17 aprile 1944 continua ad essere una data fondamentale per gli abitanti del Quadraro, premiato nel 2004 con la medaglia d'oro al merito civile. Per questo abbiamo promosso un’iniziativa come “Memorie di quartiere”, dove a partire dal ricordo del rastrellamento, si tenta di alimentare questa memoria, condivisa e partecipata, attraverso un’arte fortemente comunicativa come la Street art”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quadraro: per ricordare il rastrellamento arriva un’opera di Street Art

RomaToday è in caricamento