Venerdì, 17 Settembre 2021
Don Bosco Don Bosco / Via del Quadraro

Quadraro: una serata per non tradire la Memoria

Una serata dedicata al ricordo della deportazione, per iniziativa dell’Associazione Nazionale Antonio Gramsci, dell’Associazione Vie e Piazze Storiche di Cinecittà e del Centro Anziani "La Torretta"

Si è svolta, nella serata di mercoledì 17 aprile, nella settantennale ricorrenza del rastrallemento del Quadraro, una commemorazione cui hanno preso parte numerosi cittadini ed associazioni.

“Presso la Torre del Quadraro sede storica del Centro Anziani a Piazza dei Consoli, centinaia di cittadini del territorio, si sono incontrati per socializzare e condividere  le ultime fasi della commemorazione relative al rastrellamento del Quadraro, avvenuto il 17 aprile 1944 – ci segnala Amleto Lanna – che ha reso,  questo quartiere, medaglia d'oro al valor civile. Si trattò di  un'operazione militare tedesca – ricorda il Presidente dell’Associazione Vie e Piazze Storiche di Cinecittà - effettuata ai danni della dei nostri concittadini durante la seconda guerra mondiale.

“Infatti, questo territorio – rammenta Lanna - era noto per esser frequentato da partigiani, renitenti alla leva, sabotatori ed oppositori al regime. Le truppe tedesche, durante quei frangenti, dapprima assediarono il Quadraro e, dopo un rastrellamento, deportarono gli uomini strappati anche giovanissimi alle loro famiglie conducendoli nei campi di concentramento in Germania”.

“L'evento serale di commemorazione dei deportati della zona, organizzato dall'Associazione Nazionale Antonio Gramsci, dall’Associazione Vie e Piazze Storiche di Cinecittà e dal Centro Anziani La Torretta – conclude Lanna – è terminato in maniera conviviale, ma anche con una forte partecipazione, dovuta anche alla proiezione del toccante film Roma Città Aperta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quadraro: una serata per non tradire la Memoria

RomaToday è in caricamento