rotate-mobile
Don Bosco Don Bosco / Piazza dei Consoli

Don Bosco, a piazza dei Consoli comanda l'inciviltà: le pulizie dei volontari non bastano

Le pulizie dei volontari e gli interventi straordinari di Ama, non garantiscono la duratura pulizia di piazza dei Consoli. Piefranceschi: "C'è stato un intervento sabato e dopo pochissimi giorni è tornato tutto come prima"

L’area verde di piazza dei Consoli è uno dei principali luoghi d’aggregazione di Don Bosco. Rappresenta un punto di frequentazione tanto per i bambini accompagnati dai loro genitori, quanto per i giovani. C’è un’area giochi ed un campetto da basket. Servizi utili per il quartiere più popoloso del VII Municipio. Da tempo però quell'area deve fare i conti con le difficoltà di mantenerla in buone condizioni. Per garantirne il decoro, sono scesi in campo gli anziani de La Torretta, i volontari di Retake ed anche, nella precedente consiliatura, i consiglieri del M5s.

LA SEGNALAZIONE - Nonostante l'impegno di tanti, le condizioni igieniche della piazza restano precarie.  “Per mesi non si è visto uno spazzino ed i rifiuti che si sono accumulati a bordo del marciapiede ne sono stati la riprova – spiega Roberto, un residente – purtroppo mancano anche i cestini. O meglio, quei pochi che sono presenti, risultano danneggiati e sono pertanto inutili. Purtroppo poi, nonostante tutti vedano che i sacchi nei cestini non ci sono, molti avventori continuano a lasciarvi i propri rifiuti, come fosse un gesto condizionato” spiega il residente, di recente impegnatosi con il locale gruppo Retake nella raccolta dei rifiuti.

L'INTERVENTO STRAORDINARIO - “Piazza dei Consoli è in carico al  Servizio Giardini che al momento è impegnato nello sfalcio dei parchi per la prevenzione degli incendi. Noi l'abbiamo fatta pulire da AMA lo scorso sabato – spiega l’assessore all’ambiente Marco Piefranceschi, di recente incontratosi con una delegazione del gruppo Retake Appio Tuscolano – purtroppo però in cinque giorni e tornata come prima”. L’assidua frequentazione della piazza, che non si ferma nemmeno durante l’orario notturno, non contribuisce a garantirne una duratura pulizia. “Il timore è che possa prevalere la rassegnazione – conclude Roberto, il residente – i bambini infatti giocano in un’area sporca, gli anziani prendono un po’ di fresco circondati dalla spazzatura, e tutto sembra squallidamente normale. Serve un cambio di mentalità”. E forse anche dei cestini nuovi.

Don Bosco: le cartacce in piazza dei Consoli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Don Bosco, a piazza dei Consoli comanda l'inciviltà: le pulizie dei volontari non bastano

RomaToday è in caricamento