TuscolanoToday

Tuscolano, Vigili del fuoco senza autopompe. Conapo: "Situazione critica"

Il sindacato indipendente Conapo denuncia l'assenza di automezzi per i distaccamenti di Tuscolano II Marino e Palestrina. Riglioni (Conapo Lazio): "Tragedia già sfiorata con l'incendio di via Niso: non c'erano autoscale"

Il sindacato indipendente Conapo suona il campanello d'allarme. Ci sono dei distaccamenti dei Vigili del uoco che stanno operando senza la necessaria dotazione di automezzi. Un problema in condizioni ordinarie, che rischia di aggravarsi in piena estate.

Senza autopompe

"Nella notte tra il 18 e il 19 luglio i distaccamenti di Tuscolano II , Marino e Palestrina non avevano autopompe disponibili, gli automezzi base dei vigili del fuoco. Quelle sedi sono state declassate in quanto non pienamente operative, con tutti i rischi che ne derivano sia per i cittadini che risiedono in quelle zone, sia per la sicurezza degli stessi vigili del fuoco” fa sapere Angelo Mogavero, rappresentante romano del Conapo.

Problemi che si ripresentano in estate

La carenza di mezzi, secondo la denuncia del sindacato autonomo, metterebbe a rischio la capacità d'intervento dei Vigili del Fuoco. "Denunciamo questi problemi da anni e sistematicamente si ripresentano nei periodi più critici. La nostra dirigenza sembra sorda o incapace di puntare i piedi. La situazione è critica e  considerato il periodo estivo e la gran mole di interventi di soccorsi effettuati dai vigili del fuoco è necessario un intervento politico che garantisca a Roma automezzi sufficienti per svolgere i servizi di soccorso pubblico e antincendi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tragedia sfiorata

In realtà il campanello d'allarme, nel territorio di compentenza del Tuscolano II, era già suonato la scorsa primavera. Rossano Riglioni, segretario Conapo Lazio, non usa giri di parole e parla di " tragedia già sfiorata il 2 maggio scorso  con l'incendio di un appartamento in via Niso". In quell'occasione, ricorda il sindacalista dei Vigili del Fuoco  "un ragazzo per sfuggire alle fiamme si era rifugiato sul cornicione del palazzo ma non vi erano autoscale per tirarlo giù. Servono interventi preventivi da parte della nostra dirigenza invece di chiudere sempre la stalla quando i buoi sono scappati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento