TuscolanoToday

Tuscolana, la ciclabile transitoria anticipa il progetto (da un milione di euro) del municipio: si apre il caso in Campidoglio

Sulla TuscoLane chiesta la convocazione urgente della commissione Mobilità. Piccolo-Bugarini (PD): "I fondi per la transitoria non potevano essere spesi realizzando un percorso alternativo in qualche altra zona?"

La TuscoLane costa circa 89mila euro, iva esclusa. E rappresenta la prosecuzione della ciclabile che, nel 2019, è stata inaugurata tra le fermate metropolitane di Subaugusta e Lucio Sestio. Solo che, la pista in fase di realizzazione, è transitoria.

Le ciclabili transitorie

La TuscoLane è una delle 44 ciclabili transitorie che l’amministrazione cittadina ha deciso di realizzare. Costeranno in tutto 3 milioni e 166mila euro, più iva. Ma al momento del lancio, per i complessivi 155 chilometri, l’amministrazione aveva solo 518 mila euro. Ha deciso di investirli per due lotti, in tutto sei ciclabili transitorie. Tra queste è finita anche quella che parte dopo Porta Furba. Solo che il Municipio VII, lì, aveva già previsto di realizzare una ciclabile.

Il progetto ed i fondi del municipio

L’amministrazione municipale, prima che il Campidoglio lanciasse le transitorie, aveva già annunciato l’intenzione di stanziare un milione di euro per proseguire la ciclabile che parte a Subaugusta, fino alla stazione Tuscolana.  Il primo lotto, peraltro, era già andato a gara. Ed ora i fondi serviranno, per ammissione della minisindaca Lozzi, per realizzare una ciclabile che andrà a sistemare quella transitoria, affrontando le criticità che la caratterizzano. Dall’assenza dei cordoli ai “parcheggi che noi non avevamo previsto e che dovremo valutare con attenzione se lasciare o rimuoverli” ha spiegato a RomaToday la presidente Lozzi. Una parte dei fondi previsti dal Municipio, serviranno quindi per portare i correttivi alla ciclabile transitoria per renderla più sicura.

Pochi fondi e tante ciclabili

La TuscoLane, contestata dai cittadini che avrebbero voluto avviare un apposito confronto, ha finito per catturare l’attenzione anche dell’opposizione Capitolina. “Il Municipio VII che aveva già in progetto la realizzazione di quella tratta dichiara che metterà le toppe alla nuova pista provvisoria – hanno segnalato i consiglieri capitolini del Pd Ilaria Piccolo e Giulio Bugarini – Ci domandiamo, se i fondi spesi per sovrapporre un tratto dei 150 km di ciclabili della Raggi su un medesimo percorso già individuato, progettato e finanziato dal municipio VII, non potevano essere spesi meglio magari realizzando un percorso alternativo in qualche altra zona di Roma”.

L'impiego delle risorse pubbliche

L’idea di investire i pochi fondi a disposizione per realizzare una ciclabile provvisoria, laddove è già prevista ed in parte finanziata una ciclabile definitiva, suona un po’ come uno spreco di risorse. Soprattutto perché sono poche ed al momento in cui si è iniziato a disegnare di giallo la bikeLane, a Roma c’erano più di altro 40 provvisorie da finanziare. Il tema comunque è degno di attenzione. “Chiediamo una riunione urgente della commissione mobilità per avere chiarimenti sulle modalità che hanno fatto impegnare risorse pubbliche per questa pericolosa pista ciclabile” hanno dichiarato i consiglieri democratici. Al Campidoglio il compito di chiarire questo apparente paradosso.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento