Martedì, 28 Settembre 2021
Cinecittà Cinecittà / Piazza di Cinecittà, 11

Consiglio Municipale, polemica nel MunX: tutti contro Stelitano

Il Consiglio municipale del Municipio X, guidato da Rocco Stelitano, non si riunisce da oltre un mese e mezzo. Alle critiche Stelitano ha risposto negando la necessità, in quel lasso di tempo, di convocare un incontro, scatenando così molte critiche

Se fosse vero che ‘il buongiorno si vede dal mattino’, allora la vita politica nel Municipio X in questo 2012 si prospetterebbe essere tutt’altro che luminosa e serena. La girandola di eventi è infatti cominciata nei primi giorni di Gennaio, con il ritiro della delega all’assessore Piero Latino da parte del presidente del Municipio Sandro Medici. Successivamente è toccato allo stesso Medici gestire le critiche rivolte a suo carico, da parte della redazione de ‘Il Tempo’. Ed ora, nei primi giorni di Febbraio, è il turno del presidente del Consiglio Municipale, Rocco Stelitano, verso cui molte personalità politiche locali, amiche e non, stanno rivolgendo parole non certo gentili.

IL CASO – La polemica, che vede Stelitano al suo centro, si basa su una presunta inadempienza istituzionale del presidente del Consiglio Municipale. Il Consiglio non si riunisce infatti da oltre un mese e mezzo, nonostante le numerose emergenze presenti nel Municipio, tra cui quella della differenziata (su cui è anche stata avanzata una mozione, ndr), del Piano Casa, di un impegno non rispettato finora per garantire un consiglio aperto anche a tutti i cittadini e, infine, quella della delibera sul parcheggio dell'Anagnina da affidare una porzione all'AGA.

FORTEZZA BASTIANI – Il blog a cui fanno riferimento varie organizzazioni del territorio, come l’Associazione Vie e Piazze Storiche di Cinecittà, ha poi diffuso, questa mattina, un post per esprimere un parere su Stelitano e sul suo operato. “Nessuna questione rilevante!? Cioè, questo presidente vuole farci credere che non ha convocato il consiglio perché tanto non c'era nulla di importante da discutere. E l'immondizia per le strade del nostro quartiere? La nostra proposta di mozione sull'emergenza rifiuti?” si legge nel post, che prosegue “Stelitano può dire quel che vuole, appellandosi a una lettura fiscale del regolamento, ma non può certo negare che le richieste di convocare il consiglio municipale gli sono arrivate eccome”.

Il presidente dell’Associazione, Amleto Lanna, ha invece aggiunto: “Stelitano è un personaggio molto ambiguo, non mi è mai piaciuto. Il suo vizio di attribuirsi meriti non suoi con la gente lo rende poi poco credibile. Come accaduto nel corso di vari eventi organizzati nel territorio, in cui lui non aveva giocato invece nessun ruolo, come nel caso della potatura degli alberi effettuata alla Torretta di Piazza dei Consoli. La sua presenza qui è dovuta solo a equilibri politici, in quanto non ha nessun legame, e secondo me nessun interesse, verso la parte storica di Cinecittà. Quartiere che chi abita, vive e ama veramente, non gestirebbe come lui, negando i problemi con delle scuse e affossandolo, trascurando problemi critici come quello dei rifiuti, per il quale noi abbiamo presentato una mozione rimasta finora sulla sua scrivania, sotto due centimetri di polvere”.

PD – “Il Partito Democratico del X Municipio ha il dovere di garantire in tempi rapidi il ritorno al normale e corretto funzionamento del consiglio municipale – ha dichiarato Massimo De Simoni sul sito del Pd Municipio X - Come forza di maggioranza all’interno del consiglio il Partito Democratico ha assunto tre anni fa la presidenza dell’aula e con essa tutti gli annessi onori ed oneri; tra questi c’è certamente quello di far prevalere la politica ed i doveri istituzionali rispetto ai personalismi. E’ quindi importante – conclude - che il capogruppo ed i dirigenti di partito più responsabili facciano al più presto tutti i passi necessari per ripristinare la funzionalità del consiglio”.

PDL – “Sono veramente singolari le giustificazioni avanzate dal sig Stelitano per la mancata convocazione del Consiglio municipale – ha poi commentato Giuseppe Antipasqua, consigliere sponda PDL del Municipio X - Secondo la sua versione non vi erano atti da sottoporre al Consiglio. E' veramente un bugiardo! Un pò maldestro perché i fatti lo smentiscono  severamente. Presso l'ufficio consiglio del Municipio X sono depositate da oltre 6 mesi delle interrogazioni di grande rilievo municipale unitamente a delle mozioni che riguardano la revoca della delega,da parte di medici, all'assessore Latino.  Dal 29 dicembre vi è la Delibera sul parcheggio dell'Anagnina da affidare una porzione all'AGA e il parere della Delibera di Roma Capitale sul Piano Casa”.

“Per il comportamento irresponsabile di Stelitano il consiglio municipale non ha potuto esprimere il proprio parere - continua Antipasqua - Stelitano ha costretto i gruppi consiliari ad esercitare il diritto di autoconvocazione; quest'ultima si esercita quando il Presidente e l'ufficio di presidenza sono inadempienti. Il Presidente Stelitano è reticente perchè non dice la verità sulla situazione che travaglia il pd municipale dilaniato da forti contrasti dovuti alla cacciata di Latino dall'assessorato ai lavori pubblici. Per il bene dell'istituto municipale Il Sig. Steliano farebbe bene a dimettersi senza ricatti nè ostruzionismi. Ormai si è inclinato il rapporto di fiducia fra assemblea consiliare e presidenza. Quello che sta succedendo si potrebbe comprendere ma non si può accettare”. 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio Municipale, polemica nel MunX: tutti contro Stelitano

RomaToday è in caricamento